News back to homepage

FISCO – Non slitta l’acconto tasse del 30/11 – IMU abolita la seconda rata sulla prima casa FISCO – Non slitta l’acconto tasse del 30/11 – IMU abolita la seconda rata sulla prima casa

Con un comunicato il Consiglio dei Ministri ha tolto ogni dubbio sulla data di pagamento del secondo acconto delle tasse scaturenti da UNICO 2013. Di fatti viene rimandato solo l’acconto IRES, e IRAP per i soggetti con natura giuridica, ovvero la proroga spetta solo alle società di capitali e assimilate.

Per quanto riguarda l’IMU, invece, la seconda rata relativa all’abitazione principale, questa è stata totalmente abolita, salvo i casi in cui il comune di appartenenza abbai deliberato un aumento dell’aliquota rispetto al 2012. In questo caso dovrà essere versata la differenza fra la vecchia e la nuova aliquota, ma questo avverrà nel mese di gennio 2014.

I ns. uffici sono a completa disposizione degli Associati per qualsiasi chiarimento in merito alle suddette questioni.

Si allega circolare Confartigianato in merito a quanto sopra esposto.

CONVENZIONI – Stipulato l’Accordo fra Confartigianato e Trenitalia CONVENZIONI – Stipulato l’Accordo fra Confartigianato e Trenitalia

Vi informiamo che da oggi, al catalogo delle convenzioni Confartigianato Imprese si aggiunge un nuovo ed importante accordo con TRENITALIA.

Il nuovo accordo permette di acquistare biglietti ferroviari Trenitalia per tutte le destinazioni di media e lunga percorrenza usufruendo di uno sconto del 5% o 10% , a seconda della classe di prenotazione, sulla tariffa pubblica di base.

Per usufruire dei vantaggi dell’accordo è necessario che le prenotazioni e gli acquisti vengano effettuati attraverso l’agenzia di Sistema, Artquick Srl (tel. 0115526052 – email: booking.confartigianato@artquick.it) alla quale potete rivolgerVi per ulteriori informazioni.

 

Mercato nel Campo 30/11 – 01/12 Mercato nel Campo 30/11 – 01/12

Al via il tradizionale Mercato nel Campo sabato 30/11 e domenica 01/12

 

CREDITO – Guida agli incentivi Regione Toscana CREDITO – Guida agli incentivi Regione Toscana

La Regione Toscana ha fornito un ottimo strumento da consultare in merito agli incentivi, sia alle persone che alle aziende, attivi alla data odierna.

Clicca sull’immagine per visualizzare la brochure

LAVANDERIE – Responsabile Tecnico, varata la nuova Legge Regionale LAVANDERIE – Responsabile Tecnico, varata la nuova Legge Regionale

Lavanderie, arrivata la nuova legge regionale

 

E’ stata pubblicata il 23 ottobre la nuova legge regionale sulle attività di pulitintolavanderie (Legge Regionale n° 56 del 17 ottobre 2013), la legge regionale “Norme in materia di attività professionale di tintolavanderia”, contenente gran parte delle modifiche richieste da Confartigianato. Il Consiglio Regionale ha infatti approvato il testo presentato dalla commissione Sviluppo economico dando il via libera alla normativa che fissa obblighi e disposizioni per l’esercizio dell’attività di tintolavanderia. La novità più importante introdotta e prevista già dalla normativa nazionale del 2006 è l’obbligo di nominare un responsabile tecnico in possesso di apposita idoneità professionale, che potrà essere acquisita comprovando un periodo di cinque anni di attività nella mansione, oppure attraverso la frequenza ai corsi di formazione che saranno promossi dalla Regione Toscana.
La norma impone a tutte le imprese, pena sanzioni che possono portare anche alla sospensione e chiusura dell’attività, di procedere ad adempimenti obbligatori che constano di una comunicazione prima al SUAP (lo Sportello Unico delle Attività Produttive) e successivamente alla Camera di Commercio, mediante adempimento da effettuarsi in modalità telematica.

La norma transitoria prevede che, nel periodo che intercorre tra l’entrata in vigore della legge e l’avvio dei corsi di formazione regionali, chi avvia una nuova impresa o chi subentra a titolo di cessione dell’attività potrà indicare un responsabile tecnico sulla base delle disposizioni della legge nazionale oppure potrà indicare un responsabile tecnico provvisorio che si impegni a conseguire, entro i due anni dall’approvazione della legge regionale, il requisito professionale.

Ci sono ragionevoli tempi per procedere alla comunicazione, Confartigianato imprese Siena  è a disposizione per ulteriori informazioni.

 

Mercato del Campo 30/11 – 01/12/2013 – Pubblicate le graduatorie di assegnazione Mercato del Campo 30/11 – 01/12/2013 – Pubblicate le graduatorie di assegnazione

Il Comune di Siena ha approvato la graduatoria relativa al Mercato nel Campo e in Santa Maria della Scala previsto per i giorni 30/11 – 01/12/2013.

Alleghiamo graduatorie definitive relative alle imprese che hanno ottenuto il posto per le due giornate.

Graduatoria Piazza del Campo

Graduatoria Santa Maria della Scala

CREDITO – Banca C.R.F.  finanziamento tredicesima mensilità CREDITO – Banca C.R.F. finanziamento tredicesima mensilità

Banca Cr Firenze ha in catalogo il prodotto ‘finanziamento tredicesima e anticipo imposte’, differenziato nella clientela small business e imprese (v. all volantino pubblicitario).

La forma tecnica è un finanziamento finalizzato, a rimborso rateale, della durata massima di 6 mesi (estendibile a 12 mesi nei casi eccezionali riferibili alla ‘Filiera Gucci’) e non destinabile alla sostituzione di utilizzi di linee a breve già in essere. In ogni caso è necessaria autorizzazione creditizia degli organi interni preposti.

Le condizioni del finanziamento (spread a spese di istruttoria) sono inferiori allo standard e modulate secondo il rating e la segmentazione dell’azienda (imprese piuttosto che small business).

Si rende noto che in presenza di Garanzia Consortile a prima richiesta si potranno applicare spread ulteriormente ridotti.

La Confartigianato Siena è a disposizione di tutti gli associati per eventuali delucidazioni in merito

Si allega circolare CRF

 

PANE TOSCANO D.O.P. – TUTELA DELLA DENOMINAZIONE IN PREVISIONE DEL VIA LIBERA DELLA UE PANE TOSCANO D.O.P. – TUTELA DELLA DENOMINAZIONE IN PREVISIONE DEL VIA LIBERA DELLA UE

Con la presente ci preme informarvi che a seguito della pubblicazione in Gazzetta ufficiale del 14 Agosto u.s., il Pane Toscano ha concluso il percorso per ottenere la certificazione D.O.P. (denominazione di origine protetta).

Si tratta di un grande riconoscimento per un prodotto di qualità come il pane toscano, che arriva dopo un lungo e complesso iter amministrativo e burocratico durato oltre dieci anni e che ha visto protagonista la nostra Associazione in un progetto che per la prima volta farà ottenere il massimo marchio di denominazione ad un prodotto regionale e ad una filera così vasta.

Pertanto se non perverranno eventuali opposizioni nei termini previsti di legge, nei prossimi giorni la D.O.P. sarà ufficiale anche se l’iter non è completamente concluso.

Infatti si avvierà l’ultimo percorso legislativo, previsto dalla normativa europea e nazionale sulle D.O.P., che prevede nel giro di qualche mese, l’approvazione di un decreto ministeriale per il riconoscimento, l’individuazione delle sanzioni e la ridefinizione ufficiale del consorzio di tutela composto da soli produttori. Nelle prossime settimane sarà programmato dal Consorzio, dalle Associazioni e dalla Regione Toscana un evento pubblico per rendere edotta l’opinione pubblica di questo prestigioso risultato raggiunto.

Terminata la fase ultima di cui sopra, il pane toscano, per poter essere definito tale, dovrà essere prodotto secondo quanto indicato dall’apposito Disciplinare della D.O.P.

Coloro che invece vorranno continuare a produrre il pane secondo le vecchie modalità, potranno continuare a farlo, ovviamente, ma dovranno chiamare il loro prodotto con una denominazione diversa da “TOSCANO” o dalle varie derivazioni: es: toscanello, della toscana, ecc., pena le sanzioni previste dallo Stato Italiano.

Al fine di dare tempestiva informazione agli associati, abbiamo predisposto una prototipo di comunicazione che ogni territoriale potrà inviare alla categoria. Nel contempo sarà nostra cura aggiornarvi sugli ulteriori sviluppi e sulla conclusione dell’iter legislativo .

DATORI LAVORO – entro l’11 Gennaio 2014 obbligo di aggiornamento RSPP DATORI LAVORO – entro l’11 Gennaio 2014 obbligo di aggiornamento RSPP

Entro l’11 Gennaio 2014 obbligo di aggiornamento per datori di lavoro che svolgono il ruolo di R.s.p.p.

Si avvisa tutti i datori di lavoro esonerati dalla frequenza al corso di Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione – avendo inviato all’ASL la propria autonomina entro il 31 dicembre 1996– che devono frequentare obbligatoriamente un corso di aggiornamento entro l’11 Gennaio 2014.

La durata è variabile a seconda dell’attività svolta dall’impresa (codice ATECO 2007) da un minimo di 6 ore ad un massimo di 14 ore.

Il mancato aggiornamento è punibile, in caso di controllo ispettivo, con arresto da 3 a 6 mesi o un’ammenda da 2.500€ a 6.400€. (incrementate nella misura del 9,6% a decorrere dal primo luglio 2013)

Invitiamo tutti coloro che intenderanno usufruire dei nostri servizi a contattare al più presto i nostri uffici per iscriversi al corso di formazione adeguato al proprio settore Ateco.

 

La Confartigianato di Siena, presso la sede di Siena, Via dell’Artigianato, 2

ha programmato un corso di aggiornamento che si terrà i seguenti giorni:

Per partecipare ai corsi e per delucidazioni potete contattare direttamente l’ufficio preposto al n. 0577225925

Confartigianato Siena - Via dell’Artigianato, 2 - 53100 SIENA - C.F.: 80002900522