News back to homepage

AUTOTRASPORTATORI – Risoluzione legislativa del Parlamento Europeo sul cronotachigrafo AUTOTRASPORTATORI – Risoluzione legislativa del Parlamento Europeo sul cronotachigrafo

Vi informiamo che, il 15 gennaio u.s., il Parlamento Europeo ha approvato in seconda lettura, la Risoluzione legislativa contenente la posizione del Consiglio adottata in prima lettura concernente il Regolamento sui tachigrafi nel settore dei trasporti su strada che abroga il Regolamento (CEE) n.3821/85 del Consiglio Europeo e modifica il Regolamento (CE) n.561/2006 del Parlamento Europeo e del Consiglio.

Tra le novità di interesse per le imprese dell’edilizia, Vi segnaliamo che il testo approvato deroga all’obbligo dell’uso del tachigrafo per gli autocarri di peso inferiore alle 7,5 tonnellate impiegati per il trasporto di materiali, attrezzature o macchinari necessari al conducente per l’esercizio della sua professione e che sono utilizzati entro un raggio di 100 Km dal luogo in cui è situata l’impresa, a condizione che la guida di tali veicoli non costituisca attività principale del conducente.

Il provvedimento adottato è quindi conforme alla proposta avanzata dalla Commissione, fortemente sostenuta anche da ANAEPA e da EBC, di aumentare il raggio, dai precedenti 50 km ai proposti 100 km.

Il testo definitivo, a seguito di un passaggio formale al Consiglio Europeo, sarà successivamente pubblicato in G.U. Europea.

Con l’occasione, Vi ricordiamo, infine, che sul portale ANAEPA, accedendo attraverso la intranet confederale, è possibile consultare tutte le nostre circolari e gli eventuali allegati.

 

LAVORO E PAGHE – Comunicazione ai sindacati dei lavoratori somministrati nell’anno 2013 LAVORO E PAGHE – Comunicazione ai sindacati dei lavoratori somministrati nell’anno 2013

Comunicazione ai sindacati dei lavoratori somministrati nell’anno 2013

 

Con la presente si ricorda che entro il 31 gennaio 2014 – in base a quanto previsto dall’art. 24, comma 4, lett. b), del D.L.vo n. 276/2003 e dall’art. 3, del D.L.vo n. 24/2012 – dovrà essere fatta una comunicazione scritta alla rappresentanza sindacale unitaria, ovvero alle rappresentanze aziendali e in mancanza alle associazioni territoriali di categoria aderenti alle confederazioni dei lavoratori comparativamente più rappresentative sul piano nazionale, con i seguenti dati relativi all’utilizzo di lavoratori somministrati nell’anno 2013:

o   il numero dei contratti di somministrazione di lavoro conclusi;

o   i motivi dell’utilizzo;

o   la durata dei contratti;

o   il numero e la qualifica dei lavoratori interessati.

In caso di mancato o non corretto assolvimento dell’obbligo comunicativo, trova applicazione una sanzione amministrativa pecuniaria da 250,00 a 1.250,00 euro.

 

 

AUTOLIQUIDAZIONE INAIL – Rinviati termini per saldo 2013 acconto 2014 AUTOLIQUIDAZIONE INAIL – Rinviati termini per saldo 2013 acconto 2014

Legge di stabilità 2014. Rinvio dei termini per l’autoliquidazione INAIL 2013/2014

 

Con effetto dal 1 Gennaio 2014, con decreto del Ministro del lavoro e delle politiche sociali, di concerto con Ministro dell’economia e delle finanze, su proposta dell’INAIL, tenendo conto dell’andamento infortunistico aziendale, è stabilita una riduzione percentuale dell’importo dei premi dovuti per l’assicurazione contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali.

Al fine di consentire alle imprese di beneficiare immediatamente della riduzione, è stato concordato di differire dal 17 Febbraio 2014 al 16 Maggio 2014 il termine del pagamento dei premi dell’autoliquidazione dei premi INAIL 2013/2014.

 

Pertanto alla luce del citato provvedimento le nuove scadenze sono fissate così come segue:

 

Pagamento in unica soluzione:

16 Maggio 2014

 

Pagamento in forma rateale:

1° rata: 16 Maggio 2014 pari al 50% del premio dovuto senza maggiorazione di interessi (vengono versate contemporaneamente la prima e la seconda rata)

 

2° rata: 16 Agosto 2014 pari al 25% del premio dovuto (differita di diritto al 20 agosto) con maggiorazione degli interessi;

 

3° rata 16 Novembre 2014 pari al 25% del premio dovuto con maggiorazione degli interessi;

 

Le imprese associate dovranno comunque recapitare le basi di calcolo ai ns. uffici quanto prima. Ricordiamo che dal 2014 le basi di calcolo INAIL arrivano solamente nella posta elettronica certificata PEC.

 

Affollatissima assemblea delle aziende di Cna e Confartigianato contro le modifiche dell’Rc Auto Affollatissima assemblea delle aziende di Cna e Confartigianato contro le modifiche dell’Rc Auto

Carrozzieri, decisi alla guerra della vita per le aziende ed i diritti dei clienti

I carrozzieri senesi non ci stanno e difendono con assoluta determinazione le vita delle loro aziende ed i diritti dei loro clienti. Questa la brevissima sintesi dell’incontro delle imprese di Cna e Confartigianato, che si sono ritrovate in un’affollatissima assemblea insieme ai responsabili regionali di settore delle due associazioni Ivo Bobini e Roberto Carria, l’onorevole Luigi Dallai oltre ai dirigenti di Cna e Confartigianato di Siena Fabio Petri e Gabriele Carapelli. La riforma del settore Rc Auto, se non modificata, porterà gravissimi danni alle carrozzerie, con moltissime che saranno a rischio chiusura. In parallelo ai clienti verrà tolta la possibilità di scegliere come far riparare la propria auto ed in quale carrozzeria andare. Tutto ciò è inaccettabile, secondo le due associazioni, che hanno proseguito la mobilitazione oramai attiva da un paio di mesi, totalmente avversa a queste assurde nuove regole, che a fronte di un ipotetico sconto sulle polizze (tutto da verificare), tolgono ogni diritto di scelta agli assicurati e penalizzano in modo fortissimo le aziende, già duramente provate dalla crisi economica. Incoraggianti le parole di Dallai, che ha ribadito il suo pensiero già espresso a Roma di supporto alla grande battaglia delle imprese, convenendo sulla necessità di apportare modifiche al provvedimento, tali da tutelare i diritti di chi lavora, assieme a quelli dei consumatori. I carrozzieri di Cna e Confartigianato hanno deciso di andare avanti nella protesta, anche informando i consumatori di quello che accadrà alle loro polizze assicurative se questo provvedimento non sarà modificato. Da questo punto di vista invitano tutti i cittadini ad informarsi bene presso i carrozzieri di fiducia di quali siano i loro diritti ed i vincoli ai quali potrebbero essere legati in futuro. La battaglia di Cna e Confartigianato è appena iniziata e di certo non è terminata con l’assemblea, anzi ogni giorno prende più forza e consapevolezza, sia a livello locale che nazionale, con gli organismi delle associazioni che a Roma proseguiranno le mediazioni parlamentari per modificare il decreto Rc Auto ed a livello locale le associazioni e le singole carrozzerie informeranno cittadini e clienti di quanto di gravissimo sta accadendo.


 

CEFOART – NEL SENESE I DIPLOMATI ESTETISTI O PARRUCCHIERI TROVANO LAVORO ENTRO UN ANNO CEFOART – NEL SENESE I DIPLOMATI ESTETISTI O PARRUCCHIERI TROVANO LAVORO ENTRO UN ANNO

IN PROVINCIA DI SIENA CHI SI DIPLOMA ESTETISTA O PARRUCCHIERE GENERALMENTE TROVA LAVORO IN POCO TEMPO

L’agenzia formativa Cefoart ha condotto una ricerca tra i corsisti formati tra il 2005 e il 2012 scoprendo che il 68% degli intervistati è occupato in settori attinenti a quelli della formazione svolta

Claudio Franci: “Il risultato occupazionale appare più dinamico per coloro che scelgono di partecipare a iniziative formative a pagamento, rispetto a chi frequenta i corsi gratuiti, forse per una più attenta valutazione del mercato del lavoro e delle proprie attitudini”

La formazione professionale aiuta a trovare lavoro? A questa domanda ha provato a rispondere Cefoart – l’ente bilaterale di Cna, Confartigianato e sindacati Cgil-Cisl-Uil di Siena-  che da anni forma centinaia di persone per il settore dell’artigianato. L’agenzia formativa senese ha svolto un’indagine per analizzare l’efficacia dei corsi erogati tra il 2005 e il 2012. Intervistando circa 400 ex corsisti, l’obiettivo era capire se dopo il corso frequentato a Cefoart l’allievo aveva o meno trovato occupazione. Per quanto riguarda i diplomati nei corsi a pagamento (sostanzialmente parrucchieri ed estetisti), quasi il 70 per cento degli intervistati dichiara di essere occupato. “Circa il 68 per cento di coloro che frequentano un corso pagandoselo trova occupazione – spiega Claudio Franci, presidente di Cefoart – nei successivi 6 mesi, in attività strettamente attinenti alla formazione espletata. La nostra agenzia ha ormai raggiunto un ottimo livello di competenza nel settore dei servizi alla persona, in particolare parrucchieri ed estetisti. C’è poi da evidenziare come il risultato occupazionale appaia più dinamico per coloro che scelgono di partecipare a iniziative formative a pagamento, rispetto a chi frequenta i corsi gratuiti, forse – conclude Franci – per una più attenta valutazione del mercato del lavoro e delle proprie attitudini”. In un contesto difficile, con la disoccupazione crescente, i dati che emergono dalla ricerca di Cefoart fanno ben sperare, almeno per il settore dell’artigianato. “Anche la provincia senese – spiega Antonio Parlapiano, direttore di Cefoart – attraversa un periodo complesso dal punto di vista occupazionale, con alti livelli di disoccupazione, specie tra i giovani. Speriamo di favorire, con la nostra attività, una controtendenza rispetto a questi drammatici dati. L’analisi che abbiamo condotto, per capire l’efficacia della formazione in termini di occupazione, fornisce sicuramente un quadro positivo ed evidenzia la posizione di rilievo che la formazione professionale assume facilitando l’occupabilità e quindi riducendo i rischi di marginalità economica e sociale. La centralità della persona e l’investimento  sulle sue attitudini individuali determina – conclude Parlapiano – l’acquisizione di quelle abilità, conoscenze e competenze spendibili per l’esercizio del lavoro”.

 

 

 

CARROZZERIE – Mobilitazione Provinciale lunedì 20 Gennaio CARROZZERIE – Mobilitazione Provinciale lunedì 20 Gennaio

Gentili colleghi, la lotta aspra per i diritti delle Carrozzerie nei confronti delle imprese di assicurazione va avanti senza sosta. La posizione delle associazioni degli artigiani, Cna e Confartigianato è chiara e vuole tutelare fino in fondo la vita di tutte le aziende, siano queste indipendenti o fiduciarie (in tutto o in parte). Sui siti delle associazioni locali troverete tutte le iniziative già svolte. E’ infatti evidente che sia interesse di tutti che il lavoro venga pagato in modo adeguato e che il consumatore possa liberamente scegliere dove far riparare la propria auto.

Anche a Siena faremo una mobilitazione, nella forma di un’assemblea congiunta fra Cna e Confartigianato, per dare ancora più forza alla battaglia comune contro queste norme della riforma dell’Rc auto, contenute nel decreto ‘Destinazione Italia’ entrato in vigore dallo scorso 24 dicembre.

I margini per poter tamponare il problema ci sono ancora in sede di commissioni, ma tutto dipenderà da quanto faremo sentire la nostra voce e spiegare le nostre buone ragioni. Tacere ora significa rischiare seriamente la chiusura delle nostre attività!

In sintesi Cna e Confartigianato contestano la misura che rende nei fatti obbligatoria la “forma specifica” nel risarcimento dei danni ai veicoli incidentati. In pratica, le nuove norme impongono di far riparare il veicolo incidentato esclusivamente dalle officine di carrozzeria convenzionate con le assicurazioni e pagate direttamente da queste ultime. In questo modo si rischia di far chiudere migliaia di carrozzerie indipendenti con 60.000 addetti, che non operano in convenzione con le assicurazioni. In sostanza, si impedirebbe ai cittadini di esercitare la libera scelta di essere risarciti in denaro e di farsi riparare l’auto dall’officina di fiducia. Queste le ragioni che hanno portato anche alla grande manifestazione nazionale programmata per il 15 gennaio a Roma, sulla quale potrete trovare tutte le informazioni sui siti delle scriventi associazioni.

Alla nostra assemblea abbiamo invitato l’onorevole Luigi Dallai che già nelle scorse settimane ha approfondito in modo serio i contenuti delle nostre proteste.

Vi invitiamo dunque, in modo molto forte, a partecipare all’assemblea dei carrozzieri di Cna e Confartigianato prevista per

Lunedì 20 gennaio – Ore 21 in punto

Sede Cna Siena – Sala Assemblee

Via Simone Martini 18 – Siena

 

Cna Autoriparazioni Siena                            Confartigianato Autoriparazioni

Raffaello Ginanneschi                                               Gabriele Carapelli

 

Per info telefonare allo 0577 282252 – 335.5750434 – gabriele.carapelli@confartigianatosenese.it

 

GARE PUBBLICHE DI APPALTO – Obbligatoria l’iscrizione all’ AVCPASS GARE PUBBLICHE DI APPALTO – Obbligatoria l’iscrizione all’ AVCPASS

Partecipazione a gare pubbliche – obbligatorio l’iscrizione all’ AVCPASS

Dal 1 Gennaio 2014 è obbligatorio l’iscrizione al sistema AVCPASS per la verifica dei requisiti delle imprese che partecipano alle gare pubbliche.

L’autorità di vigilanza degli appalti pubblici ha diramato un comunicato per cui in base alla delibera 111/2012, tutti gli affidamenti per un importo uguale o superiore a 40 mila euro, le stazioni appaltanti verificheranno i requisiti di carattere generale e speciale esclusivamente tramite la Banca dati nazionale dei contratti pubblici tramite il sistema “AVCPASS”.

Per operare sul sistema “AVCPASS”, occorre che l’operatore economico che intende partecipare ad una gara provveda a registrarsi al servizio secondo le modalità descritte nel Manuale Utente pubblicato sul Portale dell’Autorità.

Si fa presente che la mancata registrazione di un operatore economico sottoposto a verifica, la stazione appaltante non sarà in condizione di appurare la veridicità delle dichiarazioni presentate.

Successivamente, effettuata la registrazione al servizio “AVCPASS”, ed individuato l’appalto a cui partecipare, si ottiene dal sistema un “PASSOE” cioè PASS dell’operatore economico. Il Documento viene generato su ciascun operatore economico con il profilo di “Amministratore ”  ed è praticamente necessario per consentire il controllo dell’azienda tramite il sistema “AVCPASS”.

Gli uffici della Confartigianato sono a disposizione per eventuali chiarimenti e l’iscrizione AVCPASS.

 

CARROZZIERI – Mobilitazione nazionale contro alcune riforme RC Auto CARROZZIERI – Mobilitazione nazionale contro alcune riforme RC Auto

GIÙ LE MANI DAI CARROZZIERI

Il 15 gennaio manifestazione nazionale a piazza Montecitorio

Da lunedì 13 gennaio presidio al Ministero dello Sviluppo Economico

 

Da lunedì 13 gennaio entrano nel vivo in tutta Italia le iniziative organizzate dalle Associazioni dei carrozzieri di Confartigianato, Cna e Casartigiani – che rappresentano 14.000 carrozzerie delle 17.000 operanti sul mercato – contro alcune norme della riforma dell’Rc auto, contenute nel decreto ‘Destinazione Italia’ entrato in vigore lo scorso 24 dicembre.

I carrozzieri contestano la misura che rende nei fatti obbligatoria la “forma specifica” nel risarcimento dei danni ai veicoli incidentati. In pratica, le nuove norme impongono di far riparare il veicolo incidentato esclusivamente dalle officine di carrozzeria convenzionate con le assicurazioni e pagate direttamente da queste ultime. In questo modo – sostengono i carrozzieri di Confartigianato, Cna, Casartigiani – si rischia di far chiudere migliaia di carrozzerie indipendenti con 60.000 addetti, che non operano in convenzione con le assicurazioni. In sostanza, si impedirebbe ai cittadini di esercitare la libera scelta di essere risarciti in denaro e di farsi riparare l’auto dall’officina di fiducia.

A Roma, la mobilitazione dei carrozzieri prevede, da lunedì 13 gennaio, un presidio davanti al Ministero dello Sviluppo Economico, via Molise 2, dove i rappresentanti della categoria, dal lunedì al sabato, dalle ore 9 alle ore 14, manifesteranno le ragioni della protesta e chiederanno la modifica delle nuove norme.

Il presidio davanti al Ministero proseguirà durante tutto l’iter di conversione del decreto ‘Destinazione Italia’.

Inoltre, mercoledì 15 gennaio, i Carrozzieri di Confartigianato, Cna e Casartigiani, hanno organizzato una manifestazione nazionale, che si svolgerà a Roma, presso il Centro Congressi Capranichetta, piazza Montecitorio 131, alle ore 11, nel corso della quale verranno presentate le proposte di modifica alla riforma dell’Rc auto. All’iniziativa, oltre ai rappresentanti delle Associazioni dei carrozzieri provenienti da tutta Italia, interverranno rappresentanti del Governo e del Parlamento.

 

INAIL – Pubblicato il bando INAIL ISI 2014 – Incentivi a fondo perduto per miglioramento salute e sicurezza INAIL – Pubblicato il bando INAIL ISI 2014 – Incentivi a fondo perduto per miglioramento salute e sicurezza

Pubblicato il Bando INAIL ISI-2013

Contributi a fondo perduto alle imprese che intendono investire in progetti di miglioramento della salute e della sicurezza dei luoghi di lavoro

 

Facciamo seguito all’articolo pubblicato nell’ultimo notiziario dell’Associazione, per informare le aziende dell’avvenuta pubblicazione del Bando INAIL ISI-2013. Con questa importantissima iniziativa INAIL mette a disposizione delle imprese circa 307 milioni di euro, impegnandosi a finanziare, con contributi pari al 65% dell’investimento a fondo perduto (per un massimo di 130 mila euro), gli interventi di miglioramento della salute e la sicurezza dei luoghi di lavoro.

I destinatari degli incentivi sono le imprese, anche individuali, iscritte alla Camera di Commercio Industria, Artigianato ed Agricoltura.

 

Sono finanziabili i seguenti progetti (è possibile scegliere un solo progetto tra le tipologie sotto indicate):

1)      Progetti di investimento (ristrutturazione o modifica strutturale e/o impiantistica degli ambienti di lavoro; installazione e/o sostituzione di macchine, dispositivi e/o attrezzature; modifiche del layout produttivo; interventi relativi alla riduzione/eliminazione di fattori di rischio e, per la prima volta, la sostituzione o l’adeguamento delle attrezzature di lavoro prive di marcatura CE messe in servizio prima del 21/09/1996 con attrezzature rispondenti ai requisiti del Titolo III D.Lgs. 81/08).

2)      Progetti di adozione (ed eventuale certificazione) di Modelli Organizzativi di Gestione (Sicurezza OHSAS 18001, Etica e Responsabilità Sociale SA 8000, Modello Organizzativo 231/01 per i soli reati sulla sicurezza).

Come accedere ai finanziamenti. Chi intende partecipare al bando, previa registrazione sul portale INAIL (sul sito www.inail.it nella sezione “Servizi online”), ha a disposizione, attraverso semplici passaggi operativi, una procedura informatica per l’inserimento guidato della domanda di contributo e la verifica delle condizioni minime di ammissibilità.

Se le caratteristiche del progetto sono in linea con quelle richieste dal bando, è possibile partecipare alla fase successiva di invio telematico della domanda, che dovrà avvenire, sempre con procedura telematica, in data che sarà comunicata dall’INAIL (il cosidetto click-day).

La compilazione della domanda può avvenire solo nel periodo compreso tra il 21/01/2014 ed il 08/04/2014.

I finanziamenti sono a fondo perduto e vengono assegnati fino a esaurimento, secondo l’ordine cronologico di invio delle domande. Il contributo viene erogato dopo la verifica tecnico-amministrativa e la realizzazione del progetto.

Riepilogo delle principali scadenze:

1)      21/01/14 apertura bando e della Procedura Informatica per la compilazione delle domande e la simulazione del punteggio minimo

2)      08/04/14 chiusura bando e della Procedura Informatica

3)      10/04/14 acquisizione del Codice Identificativo della domanda per l’inoltro on-line

4)      30/04/14 comunicazione da parte dell’INAIL della data di inoltro on-line della domanda (click-day)

 

Per informazioni ed assistenza ai ns. associati e le aziende della provincia di Siena è possibile rivolgersi al Servizio Ambiente e Sicurezza dell’Associazione c/o la sede di Siena.

Confartigianato Siena - Via dell’Artigianato, 2 - 53100 SIENA - C.F.: 80002900522

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza esclusivamente cookie tecnici per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi