News back to homepage

Piccole e micro imprese, dall’Inail 30 milioni per la realizzazione di progetti per la sicurezza Piccole e micro imprese, dall’Inail 30 milioni per la realizzazione di progetti per la sicurezza

Sulla Gazzetta Ufficiale del 18 luglio scorso, n. 165, è stato pubblicato l’avviso di estratto del bando INAIL (denominato “Fitip”) per il sostegno al miglioramento delle condizioni di salute e sicurezza sul lavoro, con particolare riferimento all’innovazione tecnologica.

Con questo bando INAIL finanzia le piccole e micro imprese (anche individuali) operanti nei settori dell’agricoltura, dell’edilizia, dell’estrazione e della lavorazione dei materiali lapidei, per la realizzazione di progetti di innovazione tecnologica mirati al miglioramento delle condizioni di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro.

L’INAIL ha deciso di intervenire su questi comparti in quanto presentano indici infortunistici tra i più elevati, sia in termini di frequenza che di gravità. Particolare attenzione è stata rivolta, infatti, ai rischi connessi:

–    all’uso dei trattori agricoli o forestali nel settore agricolo;

–    alla movimentazione manuale dei carichi e/o di caduta dall’alto nei cantieri temporanei e mobili nel settore dell’edilizia;

–    all’esposizione a rumore e/o a polveri e alla movimentazione manuale dei carichi nel settore di estrazione e lavorazione dei materiali lapidei.

 

Per il 2014 vengono messi a disposizione 30 milioni di Euro lordi, ripartiti tra i tre settori di attività sopra riportati. I fondi in questione sono ulteriormente suddivisi in budget regionali e provinciali come previsto nei relativi bandi. In Toscana saranno disponibili circa 1,8 milioni di Euro (ca. 960 mila Euro per l’agricoltura, ca. 570 mila Euro per l’edilizia, ca. 290 mila Euro per il settore lapideo).

 

Il contributo erogabile copre fino ad un massimo del 65% dei costi sostenuti e documentati per la realizzazione del progetto, al netto dell’IVA.

Il contributo massimo per ciascuna impresa non potrà superare l’importo di 50.000 €, mentre il minimo ammissibile è pari a 1.000 €.

La domanda per l’accesso ai finanziamenti deve essere presentata in modalità telematica, con successiva conferma tramite PEC/Posta Elettronica Certificata, come specificato nei Bandi regionali/provinciali.

Dal 3 novembre 2014 e fino alle ore 18 del 3 dicembre 2014, le imprese avranno a disposizione, nell’apposita sezione del sito INAIL, una procedura informatica per l’inserimento della domanda di partecipazione.

Tenuto conto che i progetti previsti non sono di particolare complessità e al fine di velocizzare l’erogazione dei finanziamenti è previsto un termine di 6 mesi (improrogabile) per la loro attuazione.

Il bando completo e la documentazione relativa è disponibile su www.inail.it

 

ORARI DI APERTURA MESE DI AGOSTO ORARI DI APERTURA MESE DI AGOSTO

Con l’avvicinarsi del periodo estivo  durante il mese di AGOSTO la sede provinciale di Siena e tutti gli uffici periferici osserveranno i seguenti giorni di chiusura:

Mattino                                  Pomeriggio

VENERDI       01 AGOSTO CHIUSO                                CHIUSO

VENERDI       08 AGOSTO CHIUSO                                CHIUSO

MERCOLEDI  13 AGOSTO CHIUSO                                CHIUSO

GIOVEDI        14 AGOSTO CHIUSO                                 CHIUSO

VENERDI       15 AGOSTO CHIUSO                                CHIUSO

VENERDI      22 AGOSTO CHIUSO                                CHIUSO

VENERDI       29 AGOSTO CHIUSO                                CHIUSO

 

CEFOART – 8 DISOCCUPATI DELLA PROVINCIA SENESE PRONTI A LAVORARE NEL SETTORE POST-VENDITA DELLA CAMPERISTICA CEFOART – 8 DISOCCUPATI DELLA PROVINCIA SENESE PRONTI A LAVORARE NEL SETTORE POST-VENDITA DELLA CAMPERISTICA

8 DISOCCUPATI DELLA PROVINCIA SENESE PRONTI A LAVORARE NEL SETTORE POST-VENDITA DELLA CAMPERISTICA GRAZIE A CEFOART

Dopo 300 ore di formazione gratuita da aprile a giugno, un allievo del corso è stato assunto a tempo determinato nell’impresa in cui ha svolto lo stage

Non sono mancate visite didattiche alle aziende valdelsane “Espansi tecnici”, “Arsilicii”, “Rimor”, “Trigano” , “Borri” e  “Tecno Wall”

A Poggibonsi, da aprile a giugno, otto disoccupati del territorio senese hanno partecipato ad un interessante corso di aggiornamento professionale gratuito, organizzato dal Cefoart di Siena in partenariato con Eurobic Toscana sud, finanziato dalla Provincia di Siena con Fondo Sociale europeo 2007-2013. Grazie alle 300 ore di formazione, di cui 90 di stage aziendale, i corsisti hanno acquisito conoscenze e competenze per lavorare nel settore “post-vendita” del comparto della camperistica. Negli scorsi giorni, proprio un ex allievo è stato assunto a tempo determinato dalla ditta in cui ha svolto lo stage previsto dal corso. Segno che, nonostante la crisi morda ancora, acquisendo competenze specifiche è più probabile trovare un’occupazione. Durante il corso sono state effettuare visite didattiche in alcune importanti aziende del settore della Valdelsa:  Espansi tecnici  (loc. Cusona – San Gimignano), produttrice di polistirene ed altri isolanti per camper;  Arsilicii (Poggibonsi), progettazione e costruzione sistemi elettronici ad intelligenza distribuita; Rimor (Poggibonsi), produttrice di camper;  Trigano (loc. Cusona – San Gimignano), produttrice di campera;  Borri (Barberino Valdelsa),  produttrice di mobili per camper;  Tecno Wall (Poggibonsi), produttrice di pannelli sandwich per camper. Lo scorso 9 luglio, presso la sede di Cefoart a Siena, si è poi svolta la manifestazione finale del progetto “Camper Ready”. All’evento hanno partecipato gli allievi del corso, i docenti, alcune aziende del settore, Pier Luigi Ciolli in rappresentanza dell’associazione nazionale coordinamento camperisti e coordinatore editoriale delle riviste “Nuove Direzioni” e “In Camper”, Grazia Semeraro presidente dell’associazione nazionale “Nuove direzioni cittadino e viaggiatore”. “Durante l’evento – spiega Antonio Parlapiano, direttore di Cefoart – sono stati condivisi e diffusi i risultati delle attività formative svolte ed in particolare le competenze generate, i contenuti, le metodologie e strategie adottate, le tecnologie utilizzate, l’efficienza gestionale nonché le criticità affrontate. E’ stato anche il momento – conclude Parlapiano –  dell’autopromozione dei soggetti formati finalizzata a valorizzare l’esperienza individuale e sostenere la loro candidatura per il miglior placement nel contesto lavorativo”. Considerata la positiva esperienza realizzata, Cefoart promuoverà, dal mese di settembre, altri corsi di aggiornamento professionale finalizzati ad acquisire specifiche competenze che consentiranno ai partecipanti di impiegarsi nel settore “post-vendita” del comparto della camperistica.

 

CCIAA SIENA – Presentazione bandi Regione Toscana per incentivi alle imprese CCIAA SIENA – Presentazione bandi Regione Toscana per incentivi alle imprese

PRESENTAZIONE DEI BANDI DELLA REGIONE TOSCANA PER LE
INCENTIVAZIONI ALLE IMPRESE”

Lunedi 21 Luglio 2014 ore 9.30-12.30

Sala attico, 5 piano – Camera di Commercio di Siena

Il seminario ha lo scopo di informare le imprese sui bandi del nuovo POR 2014-2020, in partenza dal prossimo mese di settembre. La Camera ospiterà, in qualità di relatori, i rappresentanti del raggruppamento ATI, Artigiancredito Toscano, Artigiancassa e Fidi Toscana, che gestirà le singole misure di agevolazione in uscita dal prossimo mese di settembre.

Gli argomenti trattati riguarderanno:

  • I fondi rotativi per l’artigianato e la cooperazione.
  • Le garanzie per la liquidità e gli investimenti
  • Le garanzie a favore delle donne e dei giovani (ex L.R. 21/2008).
  • Le garanzie per le energie rinnovabili.
  • Le garanzie per inserimento lavoro ed investimenti dei lavoratori atipici.

 

La partecipazione al seminario è gratuita.

Si allega invito e programma completo

 

MULTIENERGIA – Articolo su “La Nazione” del 04.07.2014 MULTIENERGIA – Articolo su “La Nazione” del 04.07.2014

Si informa che oggi venerdì 4 luglio, sul quotidiano La Nazione, Multienergia ha pubblicato l’articolo riportato in allegato.
Sull’energia elettrica (e Gas) la concorrenza si sta scatenando con qualsiasi mezzo, per la maggior parte di natura illecita.
Molte PMI sono già cadute nella rete delle promesse di conseguire ” facili risparmi ” sulla bolletta, semplicemente cambiando fornitore.

Si fa rilevare che l’offensiva della concorrenza (ora più che mai) va a diminuire in maniera notevole anche  la rappresentanza di ogni Associazione nel Consorzio, con le relative conseguenze.

Siamo dell’avviso che si debba INFORMARE CONTINUAMENTE ED EFFICACEMENTE le PMI artigiane del pericolo che corrono sui contratti firmati al buio.

Va soprattutto evitato che le imprese artigiane diano fiducia al primo venuto,  carico di promesse e sconti eccezionali, che dopo la “firma” del contratto, in genere “sparisce” per sempre.

Si allega articolo de “La Nazione” (clicca qui)

CANONE RAI AZIENDE – Chiarimenti Confederali CANONE RAI AZIENDE – Chiarimenti Confederali

In questi giorni su milioni di imprenditori italiani si sta abbattendo, per l’ennesima volta, un’alluvione di solleciti di pagamento del canone speciale Rai. Richieste che, però – segnala Confartigianato – nella maggior parte dei casi sono illegittime perché rivolte ad aziende che non possiedono apparecchi radio-televisivi e quindi non devono pagare alcun abbonamento.

A far scattare la protesta di Confartigianato è la richiesta del tributo applicato al possesso non solo di televisori, ma anche di qualsiasi dispositivo per ricevere il segnale tv, inclusi i sistemi di videosorveglianza.

Come dire che ad un imprenditore basta possedere un impianto antifurto per essere costretto a pagare una somma che, a seconda della tipologia di azienda, va da un minimo di 200 euro fino a 6.800 euro l’anno.

Chi non paga è soggetto a pesanti sanzioni e a controlli da parte degli organi di vigilanza.

Secondo Confartigianato quella del canone speciale Rai è una richiesta assurda perché vengono ‘tassati’ strumenti di lavoro che gli imprenditori utilizzano non certo per guardare i programmi Rai.

Il Presidente di Confartigianato Giorgio Merletti si è rivolto al Ministro per lo Sviluppo Economico Federica Guidi chiedendo un intervento immediato per modificare le norme che impongono il pagamento del canone ed escludere dall’applicazione del tributo gli apparecchi che fungono inequivocabilmente da strumento di lavoro per gli imprenditori.

“Pagare il canone Rai – sottolinea il Presidente di Confartigianato – è un obbligo per tutti coloro che in azienda posseggono radio e televisioni. Ma non accettiamo il metodo di rastrellare risorse imponendo il pagamento indiscriminatamente a tutti gli imprenditori, dando per scontato che posseggano uno o più apparecchi atti o adattabili alla ricezione delle trasmissioni radiotelevisive. In questo momento di gravi difficoltà per i nostri imprenditori, di tutto abbiamo bisogno tranne che di altri balzelli così onerosi, assurdi e illegittimi”.

Si allega circolare confederale (clicca qui)

FISCO – Investimenti per beni strumentali nuovi: Nasce il credito di imposta FISCO – Investimenti per beni strumentali nuovi: Nasce il credito di imposta

Dal 24.06.2014 entra in vigore il nuovo Credito di Imposta per gli investimenti effettuati per l’acquisto di macchinari nuovi di fabbrica.

Il provvedimento è simile a quelle che sono state la Tremonti-bis e Tremonti-ter, ed ha validità per gli investimenti realizzati a partire dal 24.06.2014 e terminati il 30.06.2015.

La nuova norma prevede un credito pari al 15% della spesa sostenuta per detti investimenti.

Si rimanda alla circolare che si allega (clicca qui) per le specifiche.

Per qualsiasi informazione a riguardo, i ns. uffici sono a disposizione dei ns. Associati per qualsiasi chiarimento

Confartigianato Siena - Via dell’Artigianato, 2 - 53100 SIENA - C.F.: 80002900522

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza esclusivamente cookie tecnici per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi