News back to homepage

AL CEFOART DI SIENA IN PARTENZA IL NUOVO CORSO BIENNALE PER DIVENTARE ESTETISTA-ADDETTO AL CEFOART DI SIENA IN PARTENZA IL NUOVO CORSO BIENNALE PER DIVENTARE ESTETISTA-ADDETTO

AL CEFOART DI SIENA IN PARTENZA IL NUOVO CORSO BIENNALE PER DIVENTARE ESTETISTA-ADDETTO

Le domande vanno presentate entro il prossimo 31 ottobre

Antonio Parlapiano: “I nostri diplomati hanno buone probabilità di impiegarsi nel settore dopo il conseguimento della qualifica professionale”

Comincerà in dicembre, per concludersi nel giugno 2016, il corso riconosciuto dalla Provincia di Siena organizzato da Cefoart (ente bilaterale di Cna, Confartigianato e sindacati Cgil-Cisl-Uil di Siena) per conseguire la qualifica professionale di estetista-addetto. Chi, dopo 2100 ore di corso (di cui 630 ore di stage/project work), conseguirà la qualifica potrà impiegarsi in aziende del settore estetico. “Dai dati che abbiamo, risulta che i nostri allievi hanno buone probabilità di trovare un lavoro dopo il biennio di formazione svolto presso le nostre aule e i nostri laboratori”: spiega Antonio Parlapiano, direttore di Cefoart. Durante il corso, oltre alle materie trattate nell’ambito del recupero competenze di base (italiano, inglese, matematica, storia etc.), gli studenti  studieranno in modo particolare, per la parte professionalizzante: visagismo e trucco, manicure e pedicure estetico, depilazione/epilazione, massaggio estetico etc. Per partecipare occorre avere almeno 16 anni di età ed essere disoccupati, inoccupati o occupati. Per i requisiti inerenti l’istruzione e la conoscenza della lingua italiana (per gli stranieri) è possibile leggere il bando disponibile sul sito www.cefoart.it . Le domande di ammissione vanno presentate entro il 31 ottobre prossimo a Cefoart (via della Arti, 4, Siena) a mano o tramite raccomandata a/r (non farà fede il timbro postale). I posti disponibili sono venti. Per qualsiasi informazione (calendario, moduli didattici e costi) è possibile contattare l’agenzia formativa al numero 0577.530142 .


SIENA – Sette note in sette notti – Apertura notturna museo civico SIENA – Sette note in sette notti – Apertura notturna museo civico

Visto il successo ottenuto nella prima edizione, e come a suo tempo annunciato,  l’Amministrazione Comunale, con l’Assessorato al Turismo, ha inteso riproporre anche quest’anno l’evento Sette note in Sette Notti che vedrà l’apertura straordinaria del Museo Civico dal 6 novembre al 18 dicembre, ogni giovedì dalle 21,00 alle 23,30, con una serie di iniziative sempre nuove e diverse, dove protagonista sarà sempre l’arte. L’arte intesa in senso letterale, con una visita guidata monografica sulle principali opere del Museo Civico,  l’arte agroalimentare, con la presentazione e degustazioni di vini DOCG e Doc con prodotti IGP ricciarelli e panforte. E, per chiudere, l’arte della musica: performance musicali, curate dalla Fondazione Siena Jazz e dall’Istituto Superiore di Studi Musicali “Rinaldo Franci”. Al fine di condividere con noi l’iniziativa ed inserirla nei vostri siti, si allegano il programma dettagliato nonché il kit della comunicazione.

L’Amministrazione Comunale ed io personalmente abbiamo il piacere di invitarvi ad una delle serate in programma per condividere insieme questa iniziativa, per residenti e turisti, che ha l’obiettivo di calendarizzare in un periodo di bassa stagione un appuntamento di alto livello, innovativo, che potrà essere proposto ai vostri ospiti. L’invito è valido per due persone, per confermare la vostra presenza vi invitiamo a mandare entro il giovedì mattina una e-mail (turismo@comune.siena.it) di conferma per la partecipazione indicando la data, il nome della struttura ricettiva/ agenzia/ associazione ed i due nomi dei partecipanti.

Oltre a questa iniziativa, il Comune di Siena propone tante altre. Clicca qui per scoprire tutte le altre iniziative in programma

 

FORMAZIONE – Piscine: Corso di formazione Addetti Impianti Tecnologici FORMAZIONE – Piscine: Corso di formazione Addetti Impianti Tecnologici

La Confartigianato di Siena intende promuovere una specifica attività formativa per gli Addetti agli Impianti Tecnologici (A.I.T.) delle piscine.

Tale formazione è resa necessaria dal Regolamento di Attuazione della Legge Regionale  9 marzo 2006, n. 8 “NORME IN MATERIA DI REQUISITI INGIENICO-SANITARI DELLE PISCINE AD USO NATATORIO”.

L’addetto agli impianti tecnologici garantisce il corretto funzionamento degli impianti sulla base del conseguimento di uno dei seguenti titoli:

a) qualifica triennale ovvero diploma di istruzione quinquennale rilasciati da istituti tecnico-professionali e istituti tecnici industriali (indirizzo chimico, meccanico, elettrico, termico, idraulico);

b) qualifica professionale conseguita nell’ambito del sistema regionale della formazione professionale e attinente agli indirizzi di cui alla lettera a);

c)      diploma di laurea attinente agli indirizzi di cui alla lettera a).

La durata del corso di formazione è prevista in 20 ore, ovvero 10 ore (percorso abbreviato) per coloro che, alla data di entrata in vigore del regolamento sopra richiamato, già svolgevano le funzioni di addetto agli impianti tecnologici e che hanno presentato al comune competente, entro il 23/02/2011, una dichiarazione sostitutiva di atto notorio, in cui si attesta lo svolgimento della relativa attività).

Le imprese interessate a partecipare all’attività formativa possono contattare i ns. uffici di Siena.

 

Mercato degli Artigiani – dal 15 al 19 Ottobre l’artigianato artistico scende in piazza Mercato degli Artigiani – dal 15 al 19 Ottobre l’artigianato artistico scende in piazza

Da oggi fino a domenica 19 Ottobre nel Cortile del Podestà in Piazza del Campo a Siena si svolgerà il Mercato degli Artigiani.

Questa iniziativa voluta da Confartigianato e CNA vedrà protagonisti gli artigiani di lavorazioni artistiche.

I primi scatti dell’iniziativa li trovate sul nostro profilo Facebook a questo indirizzo
http://goo.gl/xeaxMV

Il Mercato nel Campo – Edizione 2014 – 6 e 7 Dicembre Il Mercato nel Campo – Edizione 2014 – 6 e 7 Dicembre

MERCATO NEL CAMPO 2014 ED EXPO VINI NEI MAGAZZINI DEL SALE

Sabato 6 e Domenica 7 Dicembre 2014

L’Amministrazione Comunale di Siena, in collaborazione con le Associazioni di categoria del territorio, ha previsto l’organizzazione:

– In Piazza del Campo – Mercato nel Campo – che animerà la piazza sabato 6 e domenica 7 Dicembre, dalle ore 08:00 alle 20:00 (si veda allegato 1);

– Nei Magazzini del Sale – Expo Vini – con degustazione, esposizione e vendita riservato esclusivamente al settore vitivinicolo, sabato 6 e domenica 7 Dicembre, alle ore 10:00 alle 22:00 (si veda allegato 1)

Il contributo di partecipazione previsto per l’assegnazione, collocazione e allestimento base del banco del mercato nel Campo e/o stand vino presso i Magazzini del Sale, è di € 125,00 (centoventicinque/00) + IVA, per ogni singola giornata di partecipazione.

Entrambe le giornate € 250,00 + IVA

Tutto il materiale relativo alla manifestazione – Norme per la partecipazione, graduatorie – potrà essere consultabile sul sito internet del Comune di Siena: www.comune.siena.it

Al momento dell’assegnazione ciascun operatore:

– dovrà prendere visione e sottoscrivere l’accettazione del regolamento del Mercato del Campo;

– dovrà versare il contributo di partecipazione.

La postazione, una volta assegnata, è definitiva e irrevocabile.

La domanda può essere presentata: per la partecipazione ad una sola delle due giornate o per entrambe le giornate.

Chi fosse interessato può compilare la scheda di adesione in allegato alla presente e presentarla entro il 28 Ottobre 2014 ore 13:00 alla scrivente associazione (non fa fede il timbro postale)

Allegato 1

Norme di partecipazione

CNA, CONFARTIGIANATO E SINDACATI INSIEME A CEFOART PRONTI A RILANCIARE I SETTORI DELL’ARTIGIANATO COLPITI DALLA CRISI CNA, CONFARTIGIANATO E SINDACATI INSIEME A CEFOART PRONTI A RILANCIARE I SETTORI DELL’ARTIGIANATO COLPITI DALLA CRISI

 

Progetti ad hoc per favorire la ripresa di alcuni settori dell’artigianato e delle piccole-media imprese del territorio senese sono stati al centro di un incontro tra Comune di Siena, Cna, Confartigianato, sindacati Cgil, Cisl e Uil senesi e Cefoart. Le associazioni degli artigiani senesi, congiuntamente a quelle dei lavoratori, hanno infatti elaborato insieme a Cefoart, agenzia specializzata in formazione professionale per l’artigianato, tre progetti su cui puntare nei prossimi mesi. “Il valore delle iniziative previste – spiega Claudio Franci, presidente di Cefoart – è anche nella forma, del tutto nuova, di affrontare le questioni dello sviluppo e dell’occupazione: idee e progetti comunemente individuati e sviluppati tramite il nostro ente bilaterale”. I progetti presentati al vicesindaco Fulvio Mancuso e all’assessore al Welfare Anna Ferretti riguardano il risparmio energetico, l’artigianato artistico e la fotografia.

Per quanto concerne il risparmio energetico e la sostenibilità  l’idea è quella di realizzare a Siena un centro altamente specializzato negli interventi di manutenzione e miglioramento energetico degli edifici, prevedendo la costruzione di un laboratorio/edificio da adibire a opificio per impiantisti che diventi un luogo di confronto e studio per gli operatori che operano nel settore del risparmio energetico e nella domotica.  L’idea è quella di riqualificare energeticamente gli edifici con particolare attenzione a quelli dell’edilizia popolare attraverso la sostituzione di infissi e caldaie, la realizzazione di cappotti termici e isolamento solai e l’installazione di pannelli solari. Il secondo progetto, quello sull’artigianato artistico, mira ad inserire nel contesto del complesso del Santa Maria della Scala laboratori e scuole di formazione e ricerca sulle nuove tecnologie e sui materiali. Tra gli obiettivi c’è la tutela dei mestieri a rischio di estinzione attraverso la promozione e quindi favorendo il marketing finalizzato alla vendita dei prodotti delle botteghe. Per quanto concerne invece il terzo progetto, l’obiettivo sarebbe quello di creare nella città di Siena un vero laboratorio di fotografia con sale di esposizione, workshop, seminari e concorsi internazionali. “Gli assessori  – spiega ancora Claudio Franci – hanno manifestato notevole interesse verso i progetti, che possono ben integrarsi con le azioni del Comune e hanno concordato di seguire ed integrare le azioni per rendere possibili i percorsi di attuazione”.

 

TOSCANA MUOVE – Incentivi alle imprese – Nuovi bandi 2014-2015 TOSCANA MUOVE – Incentivi alle imprese – Nuovi bandi 2014-2015

La Regione Toscana in data 01/09/2014 ha pubblicato i bandi relativi agli incentivi per le imprese del territorio regionale, atti a facilitare l’accesso al credito.

Tali incentivi vanno dalla prestazione di garanzia su finanziamenti fino a finanziamenti a tasso zero erogati direttamente dalla Regione.

Nella fattispecie, gli interventi a sostegno dell’economia, sono:

Fondo di garanzia per investimenti in energie rinnovabili

Fondo di garanzia per i lavoratori non a tempo indeterminato

Fondo di garanzia – Sostegno alla liquidità delle pmi dei settori industria, artigianato, cooperazione e altri settori

Fondo di garanzia – Sostegno agli investimenti delle pmi dei settori industria, artigianato, cooperazione e altri settori

Fondo di garanzia – Sostegno all’imprenditoria giovanile, femminile e ai lavoratori già destinatari di ammortizzatori sociali

Fondo Unico Rotativo per Prestiti (FURP) Tasso zero

 

Per poter usufruire di tali interventi è necessario che l’impresa si registri direttamente al portale www.toscanamuove.it e faccia richiesta di intervento allegando le documentazioni richieste.

La Confartigianato Siena è a disposizione dei propri Associati per discutere e predisporre l’eventuale domanda presso tutti i ns. uffici.

CARROZZIERI – Comunicato stampa per riduzione tariffe CARROZZIERI – Comunicato stampa per riduzione tariffe

In 10 anni tariffe Rc auto rincarate del 27,9%, doppio della media Ue

Dai Carrozzieri di Confartigianato, Cna, Casartigiani proposta di legge

per ridurre le tariffe e tutelare i diritti di consumatori e carrozzieri

 

Negli ultimi 10 anni, tra marzo 2004 e marzo 2014, in Italia, i prezzi delle assicurazioni sui mezzi di trasporto sono aumentati del 27,9%, più del doppio rispetto al 13,6% di aumento medio registrato in Europa. Per i tedeschi i rincari si sono fermati all’8% e addirittura i francesi hanno speso soltanto il 6,6% in più.

A denunciare la corsa delle tariffe Rc auto sono i Carrozzieri di Confartigianato, Cna e Casartigiani che, oggi, a nome delle 18.672 imprese artigiane di carrozzeria attive in Italia, hanno presentato una proposta di legge per modificare le norme in materia di Rc auto contenute nel Codice delle assicurazioni private.

“In questi anni – hanno sottolineato i Presidenti delle tre Associazioni, Silvano Fogarollo (Carrozzieri Confartigianato), Franco Mingozzi (Cna Autoriparazione), Mario Coltelli (Casartigiani Autoriparazione) – si sono susseguiti tentativi di introdurre norme in materia di Rc auto che avrebbero leso i diritti dei consumatori e alterato le regole della libera concorrenza nel settore dell’autoriparazione. E’ ora di cambiare per ristabilire, una volta per tutte, corretti rapporti tra cittadini, assicurazioni, imprese di riparazione. Chiediamo regole chiare per raggiungere una serie di obiettivi: abbassare le tariffe Rc auto, garantire ai consumatori il diritto di scegliere il carrozziere di fiducia per la riparazione dei danni, assicurare libertà di concorrenza nel mercato della riparazione, tutelare la qualità delle riparazioni e la sicurezza della circolazione stradale”.

Nel dettaglio, la proposta di legge di cui i Carrozzieri sollecitano la presentazione in Parlamento è composta da 5 articoli che puntano a riequilibrare il rapporto tra consumatori, assicurazioni, carrozzieri. Un rapporto oggi fortemente sbilanciato a vantaggio delle Compagnie di assicurazione.

Le Associazioni dei Carrozzieri chiedono quindi che, in caso di incidente, l’assicurato sia libero di scegliere la carrozzeria cui affidare la riparazione che deve essere eseguita nel rispetto della conformità con gli standard dei costruttori. Se l’incidente ha compromesso la sicurezza del veicolo, i carrozzieri chiedono che sia prevista la revisione dell’auto riparata.

Altro punto della proposta di legge riguarda l’obbligo della fatturazione di tutti gli interventi riparativi. La fattura deve essere analitica e deve specificare tempi e modalità di riparazione e ricambi utilizzati,  anche al fine di poter ‘tracciare’ l’intervento per combattere le frodi assicurative.

Inoltre, nella proposta di legge si prevede l’utilizzo pieno della cessione del credito, inteso quale diritto e opportunità previsti dalle leggi vigenti. Con la cessione del credito si permette, inoltre, all’automobilista di ricevere la riparazione in forma specifica, recandosi presso la carrozzeria che ha scelto liberamente, senza esborso anticipato di danaro.

Per difendere la concorrenza nel mercato dell’autoriparazione, le norme sollecitare dalle Associazioni dei Carrozzieri prevedono che non sia concesso alcun vantaggio alle carrozzerie convenzionate con le assicurazioni e alcuna penalizzazione per i carrozzieri indipendenti.

E, ancora, gli automobilisti dovranno ricevere il risarcimento integrale dei danni subiti, compresi i servizi aggiuntivi e complementari della riparazione quali, ad esempio, il soccorso stradale e l’auto di cortesia durante il periodo della riparazione.

La proposta di legge prevede altresì l’abrogazione della disciplina del risarcimento diretto e del suo Regolamento, in coerenza con la sentenza della Corte costituzionale n° 180/2009 che ne ha decretato la facoltatività e anche in considerazione del suo fallimento in termini di riduzione dei premi assicurativi. Infine, le Associazioni dei Carrozzieri chiedono che sia garantita la terzietà e indipendenza del perito assicurativo.

 

INAIL – Denuncia del cantiere per i lavori i carattere temporaneo INAIL – Denuncia del cantiere per i lavori i carattere temporaneo

QUANDO E’ OBBLIGATORIA LA DENUNCIA DEL CANTIERE ALL’INAIL

PER I LAVORI DI CARATTERE TEMPORANEO

Con la presente si informa che quando un’impresa effettua lavori a carattere temporaneo, che rientrano nell’attività già regolarmente dichiarata all’Inail, è obbligata a denunciare il cantiere tramite il modello telematico DNLTEMP entro 30 giorni dalla data di apertura dello stesso.

Per lavori di carattere temporaneo si intendono quelli che hanno un termine finale certo determinato o determinabile, pertanto, a titolo esemplificativo sono obbligati a segnalare i propri cantieri i seguenti artigiani:

– tutto il comparto edile ed affini (muratori, imbianchini, montatori, cartongessisti, ecc.);

– tutto il comparto degli installatori di impianti (idraulici, elettricisti, bruciatoristi ecc.);

– chi svolge attività stradali, di linee di trasporto e di distribuzione, di condotta;

– tutte le altre imprese che svolgono attività aventi le suddette caratteristiche (gestione temporanea di un servizio di mensa scolastica, appalto del servizio di pulizia di edifici privati o pubblici, ecc.).
Al fine di semplificare tale adempimento, previa presentazione da parte dell’azienda dell’apposita istanza, La Sede Inail può dispensare il datore di lavoro dall’obbligo di denunciare i singoli lavori temporanei a condizione che gli stessi:

  • siano inquadrabili in una lavorazione già denunciata;
  • comportino l’impiego di non più di cinque persone e non durino più di quindici giorni.

Pertanto, avvalendosi di tale possibilità e con lo scopo alleggerire gli adempimenti delle singole aziende, i nostri uffici invitano tutte le categorie interessate ad effettuare l’istanza di dispensa, rinviando ai nostri uffici debitamente firmato il modello allegato alla presente.

In tal modo rimarrà residuale l’obbligo di denuncia solo per i cantieri di maggiore che comportino l’impiego di più di cinque persone o abbiano una durata maggiore a quindici giorni oppure che siano ubicati fuori provincia.

 

SAN.ARTI – Si possono iscrivere anche i familiari dei dipendenti iscritti al fondo SAN.ARTI – Si possono iscrivere anche i familiari dei dipendenti iscritti al fondo

SAN.ARTI ALLARGA FACOLTATIVAMENTE

L’ISCRIZIONE AI FAMILIARI DEGLI ISCRITTI

Con la presente siamo a comunicare l’estensione della platea dei beneficiari delle prestazioni sanitarie di SAN.ARTI ai familiari dei lavoratori già iscritti. Dal 1 giugno al 31 ottobre di ogni anno i dipendenti già iscritti potranno infatti decidere di iscrivere al Fondo i seguenti familiari:

il coniuge anche se separato,

il convivente,

i figli fiscalmente a carico con un reddito da lavoro inferiore a € 2840.51 di età inferiore ai 18 anni;  di età superiore a 18 anni e fino al compimento del 30° anno di età che versino in stato di inoccupazione/disoccupazione;  i minori legalmente affidati.

PROCEDURA DI ISCRIZIONE

– l’iscrizione potrà essere effettuata dal 1 giugno al 31 ottobre di ogni anno.

– l’iscrizione avviene via web mediante la compilazione di una scheda informatica sul sito www.sanarti.it utilizzando le credenziali (nome utente e password) già in possesso del dipendente.

PRESTAZIONI

– i nuovi iscritti beneficeranno delle prestazioni sanitarie integrative a partire dal 1 gennaio del successivo anno solare.

– i familiari avranno diritto alle prestazioni elencate nel “ NOMENCLATORE PRESTAZIONI SAN.ARTI. FAMILIARI DEI LAVORATORI DIPENDENTI” presente sul sito www.sanarti.it sezione documenti – documenti per i familiari dei lavoratori dipendenti.

 

 

Confartigianato Siena - Via dell’Artigianato, 2 - 53100 SIENA - C.F.: 80002900522

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza esclusivamente cookie tecnici per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi