News back to homepage

RIAPERTURA UFFICI PROVINCIALI RIAPERTURA UFFICI PROVINCIALI

SI INFORMA CHE I NOSTRI UFFICI RIAPRIRANNO LA PROPRIA ATTIVITA’ A PARTIRE DA

LUNEDI’ 4 MAGGIO

Con i consueti orari 08:30 – 13:00 / 14:30 – 18:00

L’apertura al pubblico avverrà solo su appuntamenti preventivamente concordati con il personale telefonicamente e saranno effettuati nei giorni del

MARTEDI’ dalle 08:30 alle 13:00

GIOVEDI’ dalle 14:30 alle 18:00

Per appuntamenti chiamare i seguenti numeri:

SIENA –> 0577282252

POGGIBONSI –> 0577939556

ABBADIA SAN SALVATORE –> 0577778308

CHIUSI –> 0578227183

MONTEPULCIANO –> 0578716998

Servizio da asporto – Utilizza i nostri canali Confartigianato Servizio da asporto – Utilizza i nostri canali Confartigianato

AI NOSTRI ASSOCIATI SETTORE ALIMENTARE

FAI SERVIZIO DA ASPORTO ?

VUOI PUBBLICIZZARLO TRAMITE

I NOSTRI CANALI DI COMUNICAZIONE ?

RACCOGLIAMO LE ADESIONI E METTIAMO A DISPOSIZIONE

L’ELENCO DELLE ATTIVITA’.

PER ADERIRE ALL’INIZIATIVA POTETE SCRIVERE UNA MAIL A:

simona.donzelli@confartigianatosenese.it oppure chiamare al seguente numero         3332113341

Monito di Confartigianato Toscana sul settore Benessere Monito di Confartigianato Toscana sul settore Benessere

Da “La Nazione” di oggi, il monito di Confartigianato Toscana in merito alla riapertura posticipata per il settore Benessere.

INDENNITA’ COVID-19 APRILE E MAGGIO – Ancora nessun Decreto attuativo INDENNITA’ COVID-19 APRILE E MAGGIO – Ancora nessun Decreto attuativo

In merito all’indennità COVID-19 prevista per il mese di aprile e maggio, ci preme segnalarvi che ad oggi 

non è possibile richiedere nessuno nuovo indennizzo.

Infatti, nonostante si susseguano voci ormai da giorni, siamo in attesa del nuovo Decreto che presumibilmente uscirà entro la settimana prossima, al fine di capire quali sono i destinatari di tale indennizzo e le modalità di richiesta del nuovo indennizzo Covid-19

Non appena avremo notizie certe sulla materia, vi informeremo tempestivamente sulle nostre nuove modalità operative.

La giunta comunale senese ha approvato l’ atto di indirizzo “Siena ripartiamo insieme”  che attiva una serie di misure straordinarie per fronteggiare l’emergenza Covid-19 La giunta comunale senese ha approvato l’ atto di indirizzo “Siena ripartiamo insieme” che attiva una serie di misure straordinarie per fronteggiare l’emergenza Covid-19

A salvaguardia del tessuto economico della città, colpito dalle conseguenze della pandemia, la Giunta comunale ha approvato l’atto di indirizzo “Siena ripartiamo insieme” con il quale saranno attivate una serie di misure straordinarie:

  • azzeramento dell’imposta di soggiorno fino al prossimo 31 dicembre 2020 e sempre fino a questa data l’annullamento del pagamento di suolo pubblico (COSAP) temporanea per attività commerciali ed edilizie e per i chioschi;
  • riduzione di un milione di euro dal pagamento della TARI per le attività commerciali nel 2020, con applicazione fin dall’acconto;
  • posticipazione al 31 agosto/30 settembre dell’acconto TARI 2020;
  • per l’anno in corso non applicazione dell’imposta di pubblicità (ICA) per mancata fruizione;
  • riduzione immediata, del 20% fino alla fine dell’anno, degli affitti di immobili di proprietà comunale locati ad attività commerciali o artigianali;
  • erogazione immediata di 45mila euro di progetti approvati del volontariato senese(bando “Siena Di&Per Tutti”);
  • sospensione e proroga, per il periodo di emergenza, delle concessioni edilizie rilasciate;
  • azzeramento della tariffa di trasporto, mensa scolastica e rette degli asili per i mesi di marzo, aprile, maggio e giugno 2020.
  • proroga della scadenza di 2 mesi per gli abbonamenti in essere della Siena Parcheggi.

Nell’atto di indirizzo anche le misure previste per la ripartenza:

  • estensione gratuita della superficie di suolo pubblico attualmente concesso compatibilmente con lo spazio disponibile e legittimamente fruibile;
  • concessione straordinaria gratuita di suolo pubblico nelle vie e piazze cittadine agli esercenti che, in forma singola o associata, ne faranno richiesta;
  • estensione facoltativa dei giorni e degli orari di apertura di qualsiasi attività commerciale e artigianale;
  • gratuità del parcheggio Stadio/Fortezza e Santa Caterina nei giorni di sabato e domenica fino al prossimo 30 settembre;
  • azzeramento del ticket dei bus turistici e gratuità dei musei comunali e della Torre del Mangia fino al 31 dicembre 2020.

Il sindaco Luigi De Mossi ha emesso inoltre apposita ordinanza già esecutiva, la n.119, con la quale sul territorio comunale è permessa la vendita per asporto di cibi e bevande.

La vendita da asporto sarà consentita in bar, ristoranti, pub, gelaterie e pasticcerie.

I cibi cotti o preparati e le bevande, in aggiunta al servizio della consegna a domicilio, dovranno essere ordinati via mail o contatto telefonico. Il ritiro dei prodotti dovrà essere dilazionato nel tempo per evitare assembramenti e i clienti potranno entrare nel locale uno alla volta.

La Giunta ha inoltre approvato un documento – a salvaguardia delle ripercussioni economiche derivanti dalla grande emergenza sanitaria – che sarà trasmesso alla valutazione del Consiglio comunale con il quale l’Amministrazione chiede al Governo e alla Regione Toscana un provvedimento finalizzato a sospendere gli effetti giuridici e le conseguenze dell’atto di “protesto” dei titoli di credito emessi e in scadenza nel periodo 1 gennaio- 31 dicembre 2020.

DPCM del 26 Aprile 2020 – Fase 2 DPCM del 26 Aprile 2020 – Fase 2

Come annunciato dal Premier Giuseppe Conte nella conferenza stampa del 26 Aprile u.s., parte la cosiddetta FASE 2.

Prevista la riapertura per buona parte delle imprese, dalla manifattura alle costruzioni e anche il commercio all’ingrosso relativo a queste filiere.

Alleghiamo

CORONAVIRUS – Riapertura 1° giugno acconciatori e estetisti. Inaccettabili 3 mesi di stop. L’intervento del ns. Vice Segretario Carapelli Gabriele CORONAVIRUS – Riapertura 1° giugno acconciatori e estetisti. Inaccettabili 3 mesi di stop. L’intervento del ns. Vice Segretario Carapelli Gabriele

Incomprensibile e inaccettabile. Così il Vice – Segretario Generale  di Confartigianato Siena Gabriele Carapelli commenta le dichiarazioni del Presidente Conte sulla riapertura tra 5 settimane di Estetiste e Acconciatori. Le nostre aziende sono chiuse da 2 mesi e si stanno preparando da giorni ad una riapertura in massima sicurezza. Non possiamo accettare tempi così lunghi che rischiano di mettere in ginocchio il comparto più importante per i servizi alla persona. Già domani chiederemo al Governo di accorciare i tempi di riapertura
Finora abbiamo rispettato ciò che ci è stato imposto, ma la prospettiva di restare fermi per ancora più di un mese, non l’accettiamo, quindi, ci muoveremo, cercando di fare tutto ciò che è in nostro potere per le nostre piccole e medie imprese ”.

CANTIERI – Ordinanza del Presidente della Giunta Regionale N° 40 del 22 Aprile 2020 CANTIERI – Ordinanza del Presidente della Giunta Regionale N° 40 del 22 Aprile 2020

Disciplinate le seguenti misure di contenimento per la tutela della salute degli operatori nei cantieri temporanei o mobili sia pubblici che privati

Le disposizioni contenute nell’ordinanza si applicano a tutti i cantieri in corso, ai cantieri sospesi di cui sarà disposta la riapertura durante lo stato di emergenza relativo al rischio sanitario, ai cantieri la cui consegna dei lavori avverrà durante lo stato di emergenza.

ALLEGATI:

Testo dell’ordinanza (clicca qui)

Allegato 1: Disposizioni per la tutela della salute degli operatori (lavoratori dipendenti sia pubblici che privati, distaccati, autonomi, fornitori e subfornitori, noli a caldo ecc…) nei cantieri temporanei o mobili sia pubblici che privati (clicca qui)

VENDITA CIBO DA ASPORTO – Ordinanza n.41 Presidente Regione Toscana VENDITA CIBO DA ASPORTO – Ordinanza n.41 Presidente Regione Toscana

IN ALLEGATO (clicca qui)

Ordinanza del Presidente della Giunta Regionale

N° 41 del 22 Aprile 2020

CHE REGOLA

  • La vendita di cibo da asporto da parte degli esercizi di somministrazione di alimenti e da parte delle attività artigiane.
  • La vendita di calzature per bambini.
  • La vendita di semi, piante e fiori ornamentali, piante in vaso, fertilizzanti e simili
  • L’orario di servizio degli impianti di distribuzione di carburante funzionanti con la presenza del gestore
AZIENDE ARTIGIANE NON EDILI E’ UFFICIALE LA PROROGA DELLA CASSA INTEGRAZIONE CON FSBA AZIENDE ARTIGIANE NON EDILI E’ UFFICIALE LA PROROGA DELLA CASSA INTEGRAZIONE CON FSBA

E’ di oggi la comunicazione che le aziende artigiane non edili possono usufruire di FSBA per un tolale di 45 giorni aziendali (su orario dal lunedì al venerdì)

e 54 giorni ( su orario dal lunedì al sabato).

Il contatore dei 45 o 54 giorni è aziendale e non a dipendente, pertanto, al fine di ottimizzare l’utilizzo dell’ammortizzatore sociale in caso di prolungamento della situazione di sospensione, si consiglia di mettere in cassa integrazione il personale nelle stesse giornate del mese, in quanto anche una sola ora di un solo dipendente è considerata come giornata usufruita che fa diminuire le giornate a disposizione dell’azienda.

(Solo chi avesse iniziato FSBA in data 01 marzo 2020 e utilizzato per tutto il mese di marzo e aprile terminerebbe con il 1 maggio).

I NOSTRI UFFICI PROVVEDERANNO A CHIEDERE LA PROSECUZIONE DELLA CASSA INTEGRAZIONE A TUTTE LE AZIENDE CHE SI AVVALGONO DEL SERVIZIO PAGHE,

SENZA NECESSITA’ DI  ULTERIORI CONTATTI  PER LA DEFINIZIONE DELLA PROROGA, ASSICURANDO L’ADEGUATA CONSULENZA  IN SEDE DI ELABORAZIONE DELLE BUSTE PAGA DI APRILE CON I DATI ALLA MANO

Confartigianato Siena - Via dell’Artigianato, 2 - 53100 SIENA - C.F.: 80002900522

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza esclusivamente cookie tecnici per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi