AMBIENTE E SICUREZZA back to homepage

CORSO DI FORMAZIONE PER ADDETTI ALLA CONDUZIONE DI CARRELLI ELEVATORI CORSO DI FORMAZIONE PER ADDETTI ALLA CONDUZIONE DI CARRELLI ELEVATORI

La CONFARTIGIANATO organizza un corso per addetti alla conduzione dei carrelli elevatori (muletti) in collaborazione con LIFT UP SRL.

Al raggiungimento di un numero minimo di partecipanti provvederemo ad informarvi/comunicarvi le date di svolgimento del corso.

Si ricorda che l’art.73, co.5 del D.Lgs.81/2008 e l’Accordo Stato-Regioni del 22.02.2012 stabiliscono l’obbligo di formazione per gli addetti alla conduzione di carrelli elevatori. La normativa prevede la necessità di una formazione obbligatoria teorico-pratica della durata complessiva di 12 ore per tutti coloro che risultano sprovvisti di una formazione pregressa e di un aggiornamento di 4 ore per chi abbia già svolto in passato un corso base.

Il corso ha una validità quinquennale. Entro 5 anni per mantenere l’abilitazione sarà necessario partecipare ad un modulo di aggiornamento della durata di 4 ore.

 

Il corso si svolgerà con la seguente modalità:

– corso teorico della durata di 8 ore c/o presso la sede della Confartigianato (Via dell’Artigianato, 2-SIENA)

– corso pratico della durata 4 ore c/o presso azienda associata.

Costo per i soci Confartigianato (CORSO BASE): Euro 200,00 + IVA/partecipante.

Costo per i non-soci Confartigianato (CORSO BASE): Euro 250,00 + IVA/partecipante.

Costo per i soci Confartigianato (AGGIORNAMENTO): Euro 80,00 + IVA/partecipante.

Costo per i non-soci Confartigianato (AGGIORNAMENTO): Euro 110,00 + IVA/partecipante.

Si ricorda in proposito la possibilità di rimborso previste dal regolamento delle prestazioni della CIA-Cassa Integrazione Assistenza per le aziende iscritte.

 

SI RICHIEDE PERTANTO DI COMUNICARE L’ISCRIZIONE INDICANDO NOME E COGNOME DEL CORSISTA ED AZIENDA DI APPARTENENZA AI SEGUENTI CONTATTI:

giuseppe.palmieri@confartigianatosenese.it

paolo.alessandri@confartigianatosenese.it

matteo.giannetti@confartigianatosenese.it

 

Tel. 0577 225925

 

Si ricorda che l’obbligo di formazione non riguarda solo i lavoratori dipendenti, ma anche eventuali titolari e/o soci.

In caso di controllo e rilievo dell’inadempienza, è prevista una pesante sanzione (arresto da tre a sei mesi o ammenda da 2.740,00 a 7.014,40 Euro).

Occorre rimarcare le ben più gravi responsabilità per l’Azienda nel caso di infortuni derivanti dall’uso dei carrelli elevatori di parte di personale sprovvisto della necessaria abilitazione.

Si ricorda inoltre che i conduttori di carrelli elevatori rientrano tra coloro che, nell’ambito della sorveglianza sanitaria tramite il medico competente, devono essere sottoposti a test per accertare l’assenza di tossicodipendenza.

 

A questo proposito è estremamente importante stabilire chi (socio o dipendente) all’interno di codesta Azienda è incaricato di condurre il carrello elevatore.

Questo non solo in relazione agli obblighi formativi, ma soprattutto ai fini della sorveglianza sanitaria obbligatoria.

 

Restiamo a vs. disposizione.

 

M.U.D. 2019 – Scadenza prorogata al 22 Giugno M.U.D. 2019 – Scadenza prorogata al 22 Giugno

Sulla Gazzetta Ufficiale del 22 febbraio 2019 è stato pubblicato il D.P.C.M. 24 dicembre 2018 che contiene il modello e le istruzioni per la presentazione del Modello Unico di dichiarazione ambientale.

Vengono introdotte alcune limitate modifiche alle informazioni da trasmettere che riguardano le dichiarazioni presentate dai soggetti che svolgono attività di recupero e trattamento dei rifiuti e i Comuni. Non vi sono modifiche per quanto riguarda i produttori.

Rimangono immutati rispetto al 2018:

  1. Struttura del modello, articolato in 6 Comunicazioni.
  2. Soggetti obbligati alla presentazione del MUD: sono quelli definiti dall’articolo 189 c. 3 del D.lgs. 152/2006 ovvero trasportatori, intermediari senza detenzione, recuperatori, smaltitori, produttori di rifiuti pericolosi, produttori di rifiuti non pericolosi da lavorazioni industriali, artigianali e di trattamento delle scorie con più di 10 dipendenti, Comuni.
  3. Modalità per l’invio delle comunicazioni: in particolare le Comunicazioni Rifiuti, RAEE, Imballaggi, Veicoli fuori uso vanno inviate via telematica tramite il sito www.mudtelematico.it; la comunicazione rifiuti semplificata va compilata tramite il sito mudsemplificato.ecocerved.it e trasmessa via PEC all’indirizzo comunicazionemud@pec.it.
  4. Diritti di segreteria: sono pari a 10 € per l’invio telematico e 15 € per l’invio via PEC.

Si evidenzia che la scadenza per la presentazione è il 22 giugno.

infatti l’art. 6 della Legge 25 gennaio 1994, n. 70 prevede che: “Qualora si renda necessario apportare, nell’anno successivo a quello di riferimento, modifiche ed integrazioni al modello unico di dichiarazione ambientale, le predette modifiche ed integrazioni sono disposte con decreto del Presidente del Consiglio dei ministri, da pubblicare nella Gazzetta Ufficiale entro la data del 1 marzo; in tale ipotesi, il termine per la presentazione del modello è fissato in centoventi giorni a decorrere dalla data di pubblicazione del predetto decreto”.

Come tutti gli anni, la Confartigianato di Siena è in grado di assistere le Imprese associate nella compilazione e nell’invio della dichiarazione MUD, telefonando direttamente al numero 0577-225925 o inviando una mail a ambiente@confartigianatosenese.it.

 

Nuova regolamentazione F-gas Nuova regolamentazione F-gas

Molte le novità anche per gli installatori/manutentori di apparecchiature destinate al condizionamento

Istituita la “Banca Dati” sui gas fluorurati gestita dalle C.C.I.A.A.

Il 24 gennaio u.s. è entrato in vigore DPR 16 novembre 2018, N. 146, che disciplina le modalità di attuazione del Regolamento (UE) N. 517/2014 sui gas fluorurati a “effetto serra” e che abroga il precedente Regolamento (CE) N. 842/2006 ed il DPR 27 gennaio 2012, N.43.

 

Nel nuovo decreto sono molte le novità, alcune delle quali erano da tempo richieste da Confartigianato allo scopo di semplificare alcuni adempimenti, ma soprattutto di garantire  una maggiore tracciabilità delle attività di vendita e di installazione/manutenzione, per tutelare maggiormente le imprese “in regola” che operano nel settore.

 

Anche se la precedente regolamentazione è stata abrogata, i “certificati” già rilasciati ed attualmente in possesso delle imprese e delle persone, restano validi fino a scadenza, e si considerano conformi al Regolamento 2015/2067 che ha sostituito il Regolamento 303/2008. A questo proposito si ricorda che i “patentini” per le persone hanno una validità di 10 anni e che la “certificazione” per le imprese ha validità 5 anni. Con il nuovo DPR, patentini e certificazioni dovranno essere rinnovati entro 60 giorni dalla loro scadenza, e l’istanza dovrà essere presentata dagli interessati agli organismi di certificazione.

 

Il nuovo DPR dovrà essere perfezionato con l’emanazione del “decreto sanzioni” che renderà realmente efficace il nuovo impianto normativo.

Questa è sicuramente la novità più significativa che coinvolge sia gli operatori della “rete di vendita”, sia gli “installatori/manutentori” e scatterà a partire dal sesto mese successivo alla data di entrata in vigore del nuovo DPR (quindi dal mese di luglio p.v.), quando i venditori dovranno comunicare telematicamente la cessione di gas-fluorati (che come è noto è consentita solo verso operatori “certificati”) e/o di apparecchiature contenenti gas fluorati (sono escluse solo le apparecchiature ermeticamente sigillate). La comunicazione dovrà contenere, tra l’altro, l’anagrafica dell’acquirente. Sempre tra 6 mesi, analogo adempimento scatterà anche gli installatori/manutentori delle suddette apparecchiature, i quali dovranno comunicare, entro 30 giorni, le informazioni (tipo e codice univoco dell’apparecchiatura, tipo di gas-fluorato, luogo dell’installazione, anagrafica del cliente) riguardanti gli interventi effettuati.

Tra le novità anche l’obbligo da parte dei venditori (anche centri commerciali o vendite “on-line”) di acquisire una dichiarazione dell’acquirente recante l’impegno che l’installazione dell’apparecchiatura sarà effettuata a cura di un’impresa certificata.

Questa nuova procedura, pur prevedendo per le imprese l’obbligo della comunicazione telematica, promette un sistema di “tracciabilità” dell’intera filiera, dal momento della vendita fino all’installazione/manutenzione/smantellamento, con evidenti vantaggi per gli operatori certificati e a discapito di coloro che operano in “concorrenza” senza averne diritto.

L’unica perplessità riguarda semmai i “diritti di segreteria” che il nuovo decreto prevede per le comunicazioni verso la banca dati.

 

 

AGGIORNAMENTO CORSO  ADDETTI IN MATERIA DI PRONTO SOCCORSO AGGIORNAMENTO CORSO ADDETTI IN MATERIA DI PRONTO SOCCORSO

LUNEDI 25 FEBBRAIO p.v.

dalle ore 14,30 alle ore 18,30

a Siena (c/o sede Associazione, via dell’Artigianato n.2)

è in programma un corso di Aggiornamento come Addetto al Pronto Soccorso. Il corso sarà tenuto dalla Dott.ssa Giuseppina Coppola.

La partecipazione al corso è obbligatoria per coloro che svolgono in azienda i compiti di Addetto al pronto soccorso(APS), come previsto dal “Testo Unico sicurezza” (D.Lgs. 81/08).

Si ricorda in proposito che il datore di lavoro che non ottempera agli obblighi di formazione nei confronti dell’addetto alla prevenzione incendi è prevista una sanzione con arresto da 2 a 4 mesi o ammenda da € 750 a € 4.000.

Il costo del corso per gli associati Confartigianato è di  € 60,00+IVA per ogni partecipante.

Al termine del corso verrà rilasciato un attestato di partecipazione ed un opuscolo informativo sui temi trattati.

Si raccomanda ai partecipanti la puntualità, anche per una migliore comprensione degli argomenti.

Per motivi organizzativi vi chiediamo cortesemente di confermare ai nostri uffici la vostra partecipazione al numero telefonico 0577 225925 o per mail all’indirizzo ambiente@confartigianatosenese.it

 

AGGIORNAMENTO ANTINCENDIO AGGIORNAMENTO ANTINCENDIO

Nella giornata di lunedì 29 ottobre 2018, presso la sede provinciale della nostra Associazione, si è svolto il corso di formazione in materia di prevenzione incendi e gestione delle emergenze, con prova pratica di spegnimento.

Si ricorda che nei mesi di novembre e dicembre è stato programmato un corso per addetti al primo soccorso (nuova formazione e aggiornamento triennale).

Chi fosse interessato, è pregato di contattare l’Ufficio ambiente e sicurezza al numero 0577-225925 o inviare una mail a ambiente@confartigianatosenese.it

FORMAZIONE – Corso di formazione come PREPOSTO FORMAZIONE – Corso di formazione come PREPOSTO

Confartigianato propone per le ditte associate il corso di Formazione in materia di Salute e Sicurezza nei luoghi di lavoro

rivolto alla figura di PREPOSTO.

 

Definizione di Preposto: lavoratore/i che in ragione delle competenze professionali e nei limiti dei poteri gerarchici e funzionali adeguati alla natura degli incarichi conferiti, attua le direttive ricevute, controllandone la corretta esecuzione da parte dei lavoratori ed esercitando un funzionale potere di iniziativa (D.lgs 81/08 Art. 2, co.1 lett.E).

 

La figura del preposto è indispensabile in tutte le attività con presenza di lavoratori dipendenti nelle quali il datore di lavoro non è nella condizione di poter esercitare la vigilanza circa l’effettiva applicazione delle misure di prevenzione e protezione (es. uso di dispostivi di protezione individuale).

 

Durata del corso: 8 ore (suddivise in due giorni).

 

Date del Corso:

Martedì 13 Novembre 2018 dalle ore 08:45 alle ore 12:45 (4 ore)

Giovedì 15 Novembre 2018 dalle ore 08:45 alle ore 12:45 (4 ore)

 

Costo del corso: 100€+IVA.

 

In allegato trovate la scheda di iscrizione da compilare ed inviare per e-mail.

 

Il corso sarà svolto solo al raggiungimento di un numero minimo di iscritti. L’Ufficio Ambiente e Sicurezza confermerà lo svolgimento del corso entro Giovedì 08 Novembre p.v.

SCHEDA DI ADESIONE

FORMAZIONE – Corso Addetto Prevenzione Incendi del 29/10/2018 FORMAZIONE – Corso Addetto Prevenzione Incendi del 29/10/2018

Nella sede provinciale della ns. Associazione si è svolto l’aggiornamento per addetti al primo soccorso, della durata di 4 ore e tenuto dalla Dott.ssa Giuseppina Coppola.

In programma per il 29 Ottobre c.a. c’è lo svolgimento di un nuovo corso per ADDETTO ALLA PREVENZIONE INCENDI.

Chi fosse interessato a partecipare, può iscriversi chiamando il ns. Ufficio Ambiente e Sicurezza al n. 0577225925.

CARRELLI ELEVATORI – Corso per patentino a Monteriggioni CARRELLI ELEVATORI – Corso per patentino a Monteriggioni

FORMAZIONE DI ATTREZZATURE DI LAVORO SPECIFICHE

Corso teorico-pratico abilitante alla conduzione di carrelli elevatori

La presente per ricordare che l’art.73, co.5 del D.Lgs.81/2008 e l’Accordo Stato-Regioni del 22.02.2012 stabiliscono l’obbligo di formazione per gli addetti alla conduzione di specifiche attrezzature di lavoro (carrelli elevatori, piattaforme di lavoro elevabili, macchine movimento terra, ecc.). La normativa prevede la necessità di una formazione obbligatoria teorico-pratica, di durata variabile in funzione del tipo di attrezzatura, per tutti coloro che risultano sprovvisti di una formazione pregressa.

In proposito vogliamo informare tutti i soggetti interessati che questa Associazione sta organizzando, in collaborazione con l’Agenzia formativa Ce.Fo.Art., un corso di formazione teorico-pratico della durata complessiva di 12 ore per gli addetti alla conduzione di carrelli elevatori (muletti).

Il corso sarà attivato nel Comune di Monteriggioni, presso un’azienda ns. associata, al raggiungimento di un numero sufficiente di partecipanti. Il costo del corso, per i soci Confartigianato, sarà indicativamente pari a Euro 200,00/partecipante, ma potrà subire modifiche in funzione del numero complessivo di partecipanti.

Il corso ha una validità quinquennale. Entro 5 anni per mantenere l’abilitazione sarà necessario partecipare ad un modulo di aggiornamento della durata di 4 ore.

Si ricorda che l’obbligo di formazione non riguarda solo i lavoratori dipendenti, ma anche eventuali titolari e/o soci.

In caso di controllo e rilievo dell’inadempienza, è prevista una pesante sanzione (arresto da tre a sei mesi o ammenda da 2.740,00 a 7.014,40 Euro).

Occorre rimarcare le ben più gravi responsabilità per l’Azienda nel caso di infortuni derivanti dall’uso dei carrelli elevatori di parte di personale sprovvisto della necessaria abilitazione.

Si ricorda inoltre che i conduttori di carrelli elevatori rientrano tra coloro che, nell’ambito della sorveglianza sanitaria tramite il medico competente, devono essere sottoposti a test per accertare l’assenza di tossicodipendenza.

A questo proposito è estremamente importante stabilire chi (socio o dipendente) all’interno di codesta Azienda è incaricato di condurre il carrello elevatore. Questo non solo in relazione agli obblighi formativi, ma soprattutto ai fini della sorveglianza sanitaria obbligatoria.

Confartigianato Siena

Servizio Ambiente e Sicurezza

 

ALIMENTARE – Novità in materia di indicazione allergeni nei prodotti alimentari ALIMENTARE – Novità in materia di indicazione allergeni nei prodotti alimentari

Come noto il 13 Dicembre 2014 è entrato in vigore il nuovo Regolamento n. 1169/2011  (Informazioni sugli Alimenti ai Consumatori) che si aggiunge e in parte si sovrappone al D.Lgs 109/92 (Etichettatura dei Prodotti Alimentari). Le informazioni sugli Alimenti al Consumatore riguardano precise istruzioni da seguire rispetto all’Etichettatura (per i prodotti confezionati) e alla comunicazione riguardante la presenza di allergeni anche nei prodotti non preconfezionati, ovvero sfusi. Di seguito vi ricordiamo le principali indicazioni dettate dal Regolamento:

ETICHETTE

Riguardo all’etichetta dei prodotti alimentari confezionati, a seguito dell’introduzione del nuovo Regolamento, la stessa dovrà prevedere una serie di informazioni obbligatorie a tutela del consumatore che se omesse, possono causare severe sanzioni a danno dell’impresa e che possono essere riassunte a grandi linee come segue:

  • Informazioni obbligatorie da inserire in etichetta: Denominazione dell’alimento, elenco degli ingredienti in ordine decrescente di peso, indicazione di ingrediente o coadiuvante impiegato che possa dare luogo ad allergie, quantità degli ingredienti o categorie di ingredienti indicata in percentuale, quantità netta dell’alimento, termine minimo di conservazione o data di scadenza, condizioni particolari di conservazione o indicazioni per l’utilizzo, Nome/ragione sociale e indirizzo dell’operatore alimentare che commercializza il prodotto o dell’importatore, Paese d’origine o luogo di provenienza, origine delle carni di specie suina, ovina e caprina e di alcune categorie di volatili;
  • Leggibilità: L’altezza minima dei caratteri dovrà essere di 1,2 mm mentre per le confezioni più piccole (la cui superficie più ampia è inferiore a 80 cm quadrati) è di 0,9 mm. Le informazioni dovranno essere inserite in un punto ben visibile e leggibile;
  • Allergeni: Dovranno essere indicati chiaramente e la loro presenza deve essere evidenziata attraverso l’utilizzo di un carattere diverso, uno stile o uno sfondo differente; tale evidenza deve essere ripetuta ogni volta che si ripete il nome dell’allergene.

PRODOTTI NON PRECONFEZIONATI (SFUSI)

L’Operatore del Settore Alimentare che somministra al consumatore prodotti non preconfezionati (pasticcerie, gelaterie, pizzerie a taglio, ristoranti, ecc) deve segnalare la presenza di allergeni con apposito cartello (allegato alla presente) collocato in posizione ben visibile che rimanda alla presenza nella sede dell’esercizio di documentazione contenente gli ingredienti per ogni singola preparazione con indicazione evidenziata degli eventuali allergeni contenuti in ciascuna di esse.

SANZIONI

In attesa della norma che preveda le sanzioni per il Reg. 1169/11 il Ministero Dello Sviluppo Economico (MISE) ha emanato una nota di “armonizzazione” tra le sanzioni previste dal D.Lgs 109/92 parametrate e sovrapposte agli articoli del nuovo Reg. 1169/11. Fatta salva la premessa, sicuramente tutte le sanzioni previste e già normate del D.Lgs 109/92, rimangono in vigore; qualche perplessità permane su quelle parti della nota ministeriale allegata che riguardano il Reg. 1169/11.

In ogni caso, vi segnaliamo di contattare i consulenti HACCP a cui abitualmente vi rivolgete al fine di predisporre tutto il necessario.


Alleghiamo nota confederale relativa ai provvedimenti da attuarsi (clicca qui) e cartello da esporre in negozio per vendita di prodotti sfusi (clicca qui)

Per eventuali delucidazioni i ns. Associati della provincia di Siena potranno contattare i ns. uffici nelle consuete modalità

Certificazione volontaria operatori Gas – Convegno tecnico del 30-03-2015 Certificazione volontaria operatori Gas – Convegno tecnico del 30-03-2015

Convegno tecnico

Certificazione volontaria degli operatori Gas:

pubblicata la norma UNI-CIG 11554/2004

Con la presente la CONFARTIGIANATO – SIENA convoca la riunione  di tutte le imprese esercenti termoidraulica/bruciatoristi

Lunedi 30 marzo 2015 ore16.00

C/o la sede

Confartigianato di Siena

Via dell’Artigianato, 2 – Siena

Per l’organizzazione della serata e data l’importanza degli argomenti è necessaria la tua presenza riempiendo o inviando la scheda di iscrizione (clicca qui per scaricarla) al Fax: 0577/42288 – mail: gabriele.carapelli@confartigianatosenese.it – cell:335/5750434

Si allega circolare sulla nuova normativa (clicca qui)

 

Confartigianato Siena - Via dell’Artigianato, 2 - 53100 SIENA - C.F.: 80002900522

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza esclusivamente cookie tecnici per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi