CAAF CONFARTIGIANATO PERSONE back to homepage

OPEN DAY CONFARTIGIANATO – SABATO 23/11/19 OPEN DAY CONFARTIGIANATO – SABATO 23/11/19

VIENI A SCOPRIRE IL VALORE DI CONFARTIGIANATO SIENA

TI ASPETTIAMO

Accoglienza informale con colazione, visita agli uffici e conoscenza dei nostri servizi

5° Festa Regionale del Socio ANAP – Assegnati i riconoscimenti 5° Festa Regionale del Socio ANAP – Assegnati i riconoscimenti

Il 5 Ottobre 2019 si è svolta la 5° Festa Regionale del Socio ANAP.

Ottima la partecipazione dei ns. Associati.

Nel corso della festa sono stati premiati alcuni artigiani che si sono distinti nel proprio ambito lavorativo.

DATI INPS: ANAP/CONFARTIGIANATO COMMENTA I DATI DELL’OSSERVATORIO DATI INPS: ANAP/CONFARTIGIANATO COMMENTA I DATI DELL’OSSERVATORIO

Il Presidente Palazzi : l’intero sistema va rivisto per fare chiarezza e garantire equità

“Dall’Osservatorio INPS sulle pensioni emergono dati molto interessanti anche se ben noti, almeno a grandi linee, a chi si occupa dei pensionati, come l’Anap/Confartigianato che da tempo va sostenendo la necessità di rivedere l’intero sistema per fare chiarezza, per garantire una maggiore equità, per stare al passo di quanto sostiene l’Europa.”
E’ quanto ha detto Giampaolo Palazzi, Presidente dell’Anap/Confartigianato in relazione proprio ai dati forniti dall’Osservatorio dell’INPS che mettono in mostra come le pensioni vigenti all’inizio del 2019 sono 17.827.676 e di queste quelle di natura previdenziale , cioè che hanno avuto origine dal versamento di contributi previdenziali, sono solo 13.867.818, le rimanenti sono dunque di natura assistenziale (tra l’altro in crescita); che le pensioni inferiori a 1.000 euro sono oltre 12,6 milioni; che l’importo complessivo annuo è pari a 204,3 miliardi di cui solo 183miliardi sostenuti dalle gestioni previdenziali.
“E’ tempo – ha proseguito Palazzi – di scindere la previdenza dall’assistenza; è tempo di rivisitare tutto il mondo dell’assistenza; è tempo di assicurare a tutti i pensionati un trattamento pensionistico dignitoso, in linea, appunto, con le direttive dell’Unione europea; è tempo –anche se non emerge dall’Osservatorio – che i pensionati non fungano più da bancomat per lo Stato; è tempo che sia riconosciuta per intero a tutti la rivalutazione delle pensioni; è tempo che si adotti un indice di rivalutazione più idoneo alle loro esigenze”
“Sarebbe opportuno che i Governi prima di assumere provvedimenti in materia di pensioni ascoltassero tutte le Organizzazioni di rappresentanza dei pensionati che ben conoscono le loro reali esigenze ” ha concluso Palazzi.

9 Marzo 2019 – Convegno sulla sicurezza in Toscana per donne bambini e anziani 9 Marzo 2019 – Convegno sulla sicurezza in Toscana per donne bambini e anziani

Quale sicurezza!

La Toscana è una regione che tutela anziani, donne e bambini?

Un convegno per parlare di una emergenza social e sulle persone fragili

 

“Ci vuole più fermezza contro certi reati, quali ad esempio quelli che colpiscono i più deboli: persone anziane, bambini e donne”. A dirlo il presidente regionale di ANAP Toscana, Angiolo Galletti nel presentare l’appuntamento del 9 marzo “Quale sicurezza! La Toscana è una regione che tutela anziani, donne e bambini?”, che si terrà presso l’Hotel Garden di Siena.

Una giornata di riflessione che intendere approfondire questo delicato quanto attuale argomento, già fortemente attenzionato a livello nazionale con il varo di importanti campagne di sensibilizzazione in collaborazione con la Polizia di Stato.

Non c’è giorno, prosegue Galletti, che la cronaca non ci riferisca di violenze che colpiscono i più deboli e non c’è territorio che ne sia immune compresa la nostra bella e civilissima Toscana.

Mantenere alta l’attenzione è una priorità; le statistiche sulla delittuosità evidenziano che negli ultimi anni molti reati di tipo predatorio sono aumentati: furti in abitazione, scippi, borseggi, raggiri, numerosi tipi di violenze fisiche su anziani, bambini e donne.

Un bollettino “di guerra” che non fa certo onore né alla nostra nazione né alla nostra regione. E, soprattutto, genera sconforto e paura in una ampia fascia popolazione anche perché, di fatto, priva di quel bene fondamentale che è la libertà personale.

L’argomento ha sempre suscitato interesse a tal punto da promuovere, da alcuni anni, campagne informative a livello nazionale con la fattiva collaborazione delle Forze dell’Ordine.

Informare è prioritario, perché attraverso la conoscenza ci si può meglio difendere. Un cittadino informato può dare il suo contributo a raddrizzare la barra di questo stato di disagio reale. La sicurezza non deve essere solo percepita, ma vissuta in ogni sua manifestazione: è un diritto del cittadino ed in particolare di quelle categorie che risultano essere più fragili: anziani, donne e bambini.

A questa giornata di incontro/confronto porteranno il loro contributo l’On. Susanna Cenni, l’On. Stefano Mugnai, la Sen. Tiziana Nisini, il segretario nazionale ANAP Confartigianato Fabio Menicacci oltre ad autorevoli esponenti delle Istituzioni regionali e locali. Coordina l’incontro la giornalista Antonella di Tommaso.

La problematica, conclude Galletti,  è reale e va affrontata in maniera seria e sistematica anche dalle Istituzioni e questo incontro vuol essere non la solita passerella bei buoni propositi, ma un momento di riflessione e di presa in carico e che l’argomento va affrontato in maniera collegiale per avere quanto prima risposte ancora più serie.


 

ANAP – Multienergia il consorzio per il libero mercato dell’energia ANAP – Multienergia il consorzio per il libero mercato dell’energia

Un nuovo servizio per le famiglie è nato in Confartigianato ed è particolarmente indicato per tutti i soci Anap.

Si tratta del Consorzio Multienergia che Confartigianato ha creato oltre 15 anni fà,  per le forniture di Energia Elettrica e Gas delle aziende e che da qualche mese, offre la propria serietà e trasparenza anche alle famiglie.

Il Patronato ANAP invita tutti i Soci a cogliere  l’opportunità  offerta dalla propria Associazione, affidandosi, senza alcun costo,  al Consorzio Multienergia per la gestione dei  contratti di luce e gas della propria casa.

 

E’ purtroppo noto che molte  famiglie già transitate sul Mercato Libero, senza il consiglio di un consulente esperto e di fiducia,  sono incappate in tariffe decisamente onerose.

Il  Consorzio di Confartigianato offre tariffe molto competitive e trasparenti, oltre ad un’assistenza continuativa nel tempo e del tutto gratuita.

Si sottolinea anche il fatto che, allo scadere dell’offerta iniziale, saranno gli operatori del Consorzio a curare la fase di ricerca delle nuove tariffe per il rinnovo di ogni cliente.

 

Si ricorda inoltre che è previsto il passaggio obbligatorio per tutte le famiglie al Mercato Libero dell’energia e del gas e che  quindi diventa indispensabile affidarsi a qualcuno di fiducia.

I servizi del Consorzio sono perciò preziosi anche per le famiglie che si trovano ancora sul Mercato di Tutela: essendo ormai stabilita la data di eliminazione della Tutela  per il 1 Luglio 2019, secondo i disposti della Legge di Concorrenza del  2/08/2017.

Per  le  famiglie rimaste ancora in Tutela (per capirsi  con la “vecchia Enel”), il pericolo è dietro l’angolo poiché, al termine del Servizio di Tutela, ci sarà una vera giungla costituita da fornitori di ogni genere pronti a “regalare” ed offrire tariffe e contratti poco seri. In questi casi, coloro che si troveranno a compiere una scelta frettolosa, rischieranno di attivare tariffe del tutto penalizzanti.

Tale pericolo potrebbe essere scongiurato affidandosi  fin da subito alla serietà e all’esperienza del Consorzio Multienergia.

 

Invitiamo quindi tutti i soci a portare presso il proprio  Patronato di riferimento, l’ultima bolletta di casa di luce e Gas (l’offerta può essere estesa anche a più abitazioni per ciascun socio), per poter ottenere una valutazione gratuita e senza impegno delle tariffe e del contratto attualmente attivi.

Il passaggio alle forniture tramite   Confartigianato verrà gestito direttamente dal Consorzio Multienergia e sarà veloce (circa 1 mese e mezzo), non succederà assolutamente niente alla fornitura di casa, e le bollette saranno un po’ più leggere.

Infine per chi è più tecnologico ci sarà la possibilità di accumulare punti per ricevere fantastici premi.

Affidati alla tua Anap anche per la luce ed il gas, non ti deluderemo!

Un nuovo servizio per le famiglie è nato in Confartigianato ed è particolarmente indicato per tutti i soci Anap.

Si tratta del Consorzio Multienergia che Confartigianato ha creato oltre 15 anni fà,  per le forniture di Energia Elettrica e Gas delle aziende e che da qualche mese, offre la propria serietà e trasparenza anche alle famiglie.

Il Patronato ANAP invita tutti i Soci a cogliere  l’opportunità  offerta dalla propria Associazione, affidandosi, senza alcun costo,  al Consorzio Multienergia per la gestione dei  contratti di luce e gas della propria casa.

 

E’ purtroppo noto che molte  famiglie già transitate sul Mercato Libero, senza il consiglio di un consulente esperto e di fiducia,  sono incappate in tariffe decisamente onerose.

Il  Consorzio di Confartigianato offre tariffe molto competitive e trasparenti, oltre ad un’assistenza continuativa nel tempo e del tutto gratuita.

Si sottolinea anche il fatto che, allo scadere dell’offerta iniziale, saranno gli operatori del Consorzio a curare la fase di ricerca delle nuove tariffe per il rinnovo di ogni cliente.

 

Si ricorda inoltre che è previsto il passaggio obbligatorio per tutte le famiglie al Mercato Libero dell’energia e del gas e che  quindi diventa indispensabile affidarsi a qualcuno di fiducia.

I servizi del Consorzio sono perciò preziosi anche per le famiglie che si trovano ancora sul Mercato di Tutela: essendo ormai stabilita la data di eliminazione della Tutela  per il 1 Luglio 2019, secondo i disposti della Legge di Concorrenza del  2/08/2017.

Per  le  famiglie rimaste ancora in Tutela (per capirsi  con la “vecchia Enel”), il pericolo è dietro l’angolo poiché, al termine del Servizio di Tutela, ci sarà una vera giungla costituita da fornitori di ogni genere pronti a “regalare” ed offrire tariffe e contratti poco seri. In questi casi, coloro che si troveranno a compiere una scelta frettolosa, rischieranno di attivare tariffe del tutto penalizzanti.

Tale pericolo potrebbe essere scongiurato affidandosi  fin da subito alla serietà e all’esperienza del Consorzio Multienergia.

 

Invitiamo quindi tutti i soci a portare presso il proprio  Patronato di riferimento, l’ultima bolletta di casa di luce e Gas (l’offerta può essere estesa anche a più abitazioni per ciascun socio), per poter ottenere una valutazione gratuita e senza impegno delle tariffe e del contratto attualmente attivi.

Il passaggio alle forniture tramite   Confartigianato verrà gestito direttamente dal Consorzio Multienergia e sarà veloce (circa 1 mese e mezzo), non succederà assolutamente niente alla fornitura di casa, e le bollette saranno un po’ più leggere.

Infine per chi è più tecnologico ci sarà la possibilità di accumulare punti per ricevere fantastici premi.

Affidati alla tua Anap anche per la luce ed il gas, non ti deluderemo!

 

EBRET – Prestazioni erogato a livello regionale Toscano per dipendenti artigiani EBRET – Prestazioni erogato a livello regionale Toscano per dipendenti artigiani

EBRET

PRESTAZIONI EROGATE A LIVELLO REGIONALE

 

Visto l’obbligo a carico delle aziende artigiane di essere regolarmente iscritte all’Ente Bilaterale Artigianato Toscano,  alleghiamo alla presente il regolamento delle prestazioni erogate a livello Regionale che in sintesi vengono elencate di seguito:

– contributo per acquisto di testi scolastici

– innovazione aziendale

– ripristino del ciclo produttivo a seguito di calamità naturali

– contributo per astensione per maternità

Ogni ulteriore informazione può essere reperita sul sito www.ebret.it.

I dipendenti che necessitassero di ulteriori chiarimenti potranno contattare il n. telefonico 0577/277990 presso il nostro patronato Inapa.

Alleghiamo regolamento (clicca qui)

CONFARTIGIANATO PERSONE – Ticket e certificazione del reddito, cosa cambia dal 1^ Ottobre 2014 CONFARTIGIANATO PERSONE – Ticket e certificazione del reddito, cosa cambia dal 1^ Ottobre 2014

Dal 1° ottobre 2014 cambia il metodo per comunicare la propria fascia di reddito per visite specialistiche, ticket su farmaci infatti, non sarà più possibile autocertificare tale dato nè direttamente sulla ricetta in Farmacia nè presso gli ambulatori prima di un esame o visita specialistica: il codice di esenzione sarà inserito in automatico dal medico al momento della prescrizione.

L’Usl 7 in questi giorni sta inviando una serie di comunicazioni a tutti coloro che non hanno nessun tipo di “esenzione”. Se non viene comunicata la fascia di reddito, si ricadrà in quella più alta (oltre € 100.000,00) andando quindi a pagare il ticket più alto, per evitare questo ci sono due opzioni: auto certificare il proprio reddito secondo l’allegato presente nella lettera e successivamente inviarlo all’USL, oppure effettuare il modello ISEE presso il nostro Caf così chè, senza altre adempienze, l’Usl preleverà in automatico il dato risultante dall’attestazione ISEE.

L’Isee, in molti casi è più conveniente e vantaggioso dell’autocertificazione, in quanto dal reddito prodotto vengono “scontati” eventuali mutui sull’acquisto di immobili o il canone di affitto della propria casa di abitazione; questo risultato viene diviso per un coefficiente che permette di abbassare ulteriormente il valore finale che quindi risulterà molto più basso del reddito complessivo auto-certificato.

Alcune domande a cui risponde la Regione Toscana in merito:

  • Quali sono le fasce economiche di riferimento? Ci sono 4 fasce di riferimento. A oggi è possibile utilizzare sia l'indicatore ISEE che il reddito del nucleo familiare. Le fasce ISEE/Reddito del nucleo familiare sono:
Fasce economiche
reddito familiare fiscale ER o ISEE
Codice per fasce
di reddito (ER)
Codice per fasce
indicatore ISEE (EI)
€ 0 - € 36.151, 98 ERA EIA
€ 36.151, 99 - € 70.00 ERB EIB
€ 70.001 - € 100.000 ERC EIC
oltre € 100.000 assente assente
  • È prevalente l'ISEE o il reddito familiare fiscale? Non vi è una prevalenza tra i due parametri, ma il sistema seleziona il dato economico più vantaggioso per l'assistito. Se non si è fatto dichiarazione dei redditi il dato reddituale non sarà reperibile ed andrà auto-certificato.
  • Quando e come verificare la correttezza della propria fascia economica certificata? È importante verificare fin da subito, preferibilmente prima di recarsi dal medico, la propria presenza, il codice risultante dalla banca dati e la relativa data di scadenza delle attestazioni.È importante verificare annualmente, e comunque alla scadenza dell'attestazione, la propria fascia economica certificata per evitare possibili inesattezze  ed evitare così di pagare importi  errati.

Detto questo, consiglio che vi possiamo dare è: effettuare comunque l’autocertificazione del proprio reddito complessivo, al fine di evitare di essere inseriti nella fascia massima e contestualmente effettuare il modello ISEE per poter ottenere una riduzione ulteriore della propria fascia reddituale.

Sia per l’autocertificazione che per il modello Isee, potrete rivolgervi e chiedere informazioni presso i nostri uffici della CONFARTIGIANATO SENESE Servizi alle Persone.

 

 

Auguri di buone feste dalla Confartigianato Siena Auguri di buone feste dalla Confartigianato Siena

La Confartigianato Siena augura a tutti un buon Natale ed un felice anno nuovo.

CORSO GRATUITO INFORMATICA DI BASE – Giovedì 28 Novembre CORSO GRATUITO INFORMATICA DI BASE – Giovedì 28 Novembre

Come saprà, lo scorso 30 giugno è entrato per tutte le aziende, l’obbligo di possedere una casella di Posta Elettronica Certificata, strumento che permette di instaurare un colloquio protetto e privilegiato con gli Enti istituzionali, attribuendo ai messaggi valore di raccomandata. In quella circostanza, il Casat e la Confartigianato Senese, si sono messi a disposizione per ottemperare l’obbligo di legge creando, inoltre, per coloro che avessero trovato difficoltà con la gestione del computer, il servizio GESTIONE PEC con il quale l’azienda ha potuto “dare mandato” ai nostri uffici affinchè gli venissero controllati i messaggi Pec in arrivo sul proprio indirizzo aziendale.

Proprio in quella circostanza, ci siamo resi conto che il computer e tutto ciò che ruota intorno ad esso, è argomento quantomeno “oscuro” per molti. Per questo motivo, vista anche l’importanza che giorno dopo giorno acquista la materia dell’informatica, ci siamo posti come obiettivo di incontrare tutte le nostre aziende per affrontare insieme le varie problematiche che possono sorgere con l’utilizzo del PC.

Alla luce di quanto sopra, siamo lieti di proporre

un corso di INFORMATICA DI BASE completamente gratuito.

Il corso verterà su:

  • PEC: utilizzo, funzionalità, specifiche, aspetti operativi per le Aziende
  • SMART CARD: conoscenza dello strumento e caratteristiche
  • Conoscenza del PC e sue caratteristiche
  • Microsoft Office: Word, Excel, Outlook e Explorer
  • Risposte a varie problematiche emerse

Tale incontro sarà tenuto da un tecnico del settore che collabora con la nostra Associazione e ogni azienda potrà decidere di parteciparvi con il proprio titolare o con un suo dipendente o collaboratore.

Per quanto riguarda le modalità di svolgimento, abbiamo pensato di effettuare due incontri separati al fine di soddisfare al meglio le esigenze”geografiche” della nostra Provincia prevedendo:

  • Un corso presso Confartigianato sede di CHIUSI: 28 novembre durata 09 – 13
  • Un corso presso Confartigianato SIENA: 28 novembre durata 14,30 – 18,30

Eventuali variazioni organizzative di Sede/Orario saranno comunicate in tempo utile

Ai fini di poter gestire la parte organizzativa, qualora la Sua azienda intenda partecipare ad una delle due iniziative, La invitiamo a compilare e firmare la modulistica sottostante, inviandola a mezzo fax al numero 0577.42288 o mail a info@confartigianatosenese.it entro e non oltre il giorno venerdì’ 22 novembre p.v.

Ci auspichiamo che questa iniziativa possa aiutare tutte le aziende a districarsi al meglio nel mondo dell’informatica e migliorare la gestione della propria impresa per diventare maggiormente competitiva sul mercato.

Allegato: lettera iscrizione corso

 

Confartigianato Siena - Via dell’Artigianato, 2 - 53100 SIENA - C.F.: 80002900522

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza esclusivamente cookie tecnici per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi