Notizie recenti back to homepage

CEFOART – Corso di saldatura della durata di 60 ore finalizzato al superamento dell’esame di certificazione del saldatore CEFOART – Corso di saldatura della durata di 60 ore finalizzato al superamento dell’esame di certificazione del saldatore

Corso di saldatura della durata di 60 ore finalizzato al superamento dell’esame di certificazione del saldatore

Ai primi 10 iscritti verrà riservato un prezzo scontato per 60 ore di formazione e una certificazione del saldatore!!!

La presente per informarvi che Ce.Fo.Art. Centro di Formazione per l’Artigianato, organizza un corso promozionale di saldatura su leghe metalliche destinato ad un numero massimo di 10 partecipanti che può essere frequentato da chiunque intenda acquisire o perfezionare le proprie competenze sulla saldatura e che abbia l’idoneità fisica alla mansione.

Al termine del corso il saldatore può sostenere la prova di esame per il conseguimento di una certificazione sulla tipologia prescelta. Il percorso formativo è organizzato con l’ausilio di un istruttore di comprovata professionalità ed è sviluppato principalmente con esercitazioni tecnico-pratiche che si svolgeranno presso il laboratorio di saldatura appositamente attrezzato messo a disposizione dal CSA Centro Servizi Artigianato.

Per chi intende rinnovare una certificazione già acquisita si può rivolgere ai nostri uffici per ottenere un preventivo.

Per qualsiasi ulteriore informazione si prega di contattare Ce.fo.art. al seguente indirizzo: formazione@cefoart.it o numero telefonico 0577/530142.

 

REPORT TRIMESTRALE EXPO CCIAA SIENA REPORT TRIMESTRALE EXPO CCIAA SIENA

Osservatorio della Camera di Commercio di Siena: “Rapporti commerciali con l’estero buona salute”

E’ in uscita il report trimestrale luglio/settembre 2017 dell’Osservatorio Economico Provinciale della Camera di Commercio Siena dove si illustra lo stato di salute dell’economia locale e dove le Associazioni di Categoria hanno l’occasione di rendere note le loro percezioni per il primo trimestre 2018, partecipando alla sentiment analysis.

La vivacità dell’economia provinciale è testimoniata dai rapporti commerciali con l’estero: le esportazioni crescono su base annua del 23,8%, le importazioni del 47,5% e il saldo della bilancia commerciale del 14,6%. Parliamo di 442 milioni di euro di merci vendute fuori dai confini nazionali e di 147 milioni di euro di prodotti/materie prime arrivate nel nostro territorio. Sono i prodotti del comparto agroalimentare, della chimica farmaceutica e i camper ad incidere in misura maggiore sul nostro export: pesano, infatti, rispettivamente 106 milioni di euro, 140 milioni di euro e 72 milioni di euro; con incrementi percentuali del 27,3%,  del 34%  e del 19,5% su base annua. Da segnalare che il comparto del vino incide per 74 milioni di euro con un incremento percentuale dell’1,2%, nonostante l’annata 2017 abbia registrato la produzione in calo anche del 40% in alcuni territori della provincia.

L’occupazione, purtroppo, registra dati contraddittori: gli addetti sono diminuiti di 728 unità raggiungendo pertanto la cifra di 115.807 occupati, comunque più alta di quella del 2007 ( ultimo anno antecedente la crisi. I settori che hanno inciso in misura maggiore su questa flessione sono l’agricoltura (-584) e i servizi di comunicazione e informazione (-769). D’altro canto cala in modo significativo (-45,9%) il ricorso alla Cassa Integrazione Guadagni rispetto allo scorso anno.

Nel settore finanziario continua a registrarsi segnali contrastanti: nel trimestre in esame, si verifica un incremento dei depositi bancari del 4,8%, mentre calano gli impieghi bancari del 6,1% e aumentano del 13,1% delle sofferenze anche se in misura minore rispetto al recente passato.

Per quanto attiene il tessuto imprenditoriale, al 30 settembre 2017, le imprese iscritte presso il Registro Imprese della Camera di Commercio di Siena scendono sotto la soglia limite delle 29.000 unità (28.731). Lo stock di imprese flette di 26 unità in termini assoluti rispetto al trimestre precedente e diminuisce di 314 unità rispetto all’anno precedente.

LEGALE – Nuovi orari per l’assistenza legale in Confartigianato LEGALE – Nuovi orari per l’assistenza legale in Confartigianato

La Confartigianato di Siena, nell’ampliare i servizi resi agli associati, con il nuovo anno, metterà a  disposizione degli  iscritti il proprio avvocato di fiducia che, nei giorni di Lunedì (dalle ore 16,00 alle ore 18,30 ) e Mercoledì (dalle ore 11.00 alle 13.00),  sarà presente presso la sede di Siena per fornire agli interessati  una prima consulenza ed un orientamento legale.

AUTOTRASPORTATORI – Divieti di circolazione 2018 AUTOTRASPORTATORI – Divieti di circolazione 2018

Un piccolo estratto dei divieti di circolazione per i mezzi di massa complessiva superiore a 7,5 t.

l. E’ vietata la circolazione, fuori dai centri abitati, ai veicoli ed ai complessi di veicoli, per il trasporto di cose, di massa complessiva massima autorizzata superiore a 7,5 t, nei giorni festivi e negli altri particolari giorni dell’anno 2018 di seguito elencati:

a) tutte le domeniche dei mesi di gennaio, febbraio, marzo, aprile, maggio,

ottobre, novembre e dicembre, dalle ore 09,00 alle ore 22,00;

b) tutte le domeniche dei mesi di giugno, luglio, agosto e settembre, dalle ore

07,00 alle ore 22,00;

c) dalle ore 09,00 alle ore 22,00 del l gennaio;

d) dalle ore 09,00 alle ore 22,00 del 6 gennaio;

e) dalle ore 14,00 alle ore 22,00 del 30 marzo;

f) dalle ore 09,00 alle ore 16,00 del 31 marzo;

g) dalle ore 09,00 alle ore 22,00 del 2 aprile;

h) dalle ore 09,00 alle ore 14,00 del3 aprile;

i) dalle ore 09,00 alle ore 22,00 del25 aprile;

j) dalle ore 09,00 alle ore 22,00 del l o maggio;

k) dalle ore 08,00 alle ore 22,00 del 2 giugno;

l) dalle ore 08,00 alle ore 16,00 del 30 giugno;

m) dalle ore 08,00 alle ore 16,00 del 7luglio;

n) dalle ore 08,00 alle ore 16,00 del14 luglio;

o) dalle ore 08,00 alle ore 16,00 del 21 luglio;

p) dalle ore 16,00 alle ore 22,00 del 27 luglio;

q) dalle ore 08,00 alle ore 22,00 del 28 luglio;

r) dalle ore 14,00 alle ore 22,00 del3 agosto;

s) dalle ore 08,00 alle ore 22,00 del 4 agosto;

t) dalle ore 08,00 alle ore 22,00 del 11 agosto;

u) dalle ore 08,00 alle ore 22,00 del 15 agosto;

v) dalle ore 08,00 alle ore 16,00 del 18 agosto;

w) dalle ore 08,00 alle ore 16,00 del 25 agosto;

x) dalle ore 09,00 alle ore 22,00 del l o novembre;

y) dalle ore 09,00 alle ore 22,00 dell’8 dicembre;

z) dalle ore 09,00 alle ore 14,00 del22 dicembre;

aa)dalle ore 09,00 alle ore 22,00 del25 dicembre;

bb )dalle ore 09,00 alle ore 22,00 del 26 dicembre.

2. Per i complessi di veicoli costituiti da un trattore ed un semirimorchio, nel caso in cui circoli su strada il solo trattore, il limite di massa di cui al comma precedente deve essere riferito unicamente al trattore medesimo; la massa del trattore, nel caso in cui quest’ ultimo non sia atto al carico, coincide con la tara dello stesso, come risultante dalla carta di circolazione. Tale limitazione non si applica se il trattore circola isolato e sia stato precedentemente sganciato dal semirimorchio in sede di riconsegna per la prosecuzione del trasporto della merce attraverso il sistema intermodale, purché munito di idonea documentazione attestante l’avvenuta consegna.

Art.2

l. Per i veicoli provenienti dall’estero e dalla Sardegna, muniti di idonea documentazione attestante l’origine del viaggio e di destinazione del carico, l’orario di inizio del divieto è posticipato di ore quattro. Limitatamente ai veicoli provenienti dall’estero con un solo conducente è consentito, qualora il periodo di riposo giornaliero, come previsto dalle norme del regolamento CE n. 165/2014 e successive modifiche, cada in coincidenza del posticipo di cui al presente comma, di usufruire, con decorrenza dal termine del periodo di riposo, di un posticipo di ore quattro.

2. Per i veicoli diretti all’estero, muniti di idonea documentazione attestante la destinazione del carico, l’orario di termine del divieto è anticipato di ore due; per i veicoli diretti in Sardegna muniti di idonea documentazione attestante la destinazione del viaggio, l’orario di termine del divieto è anticipato di ore quattro.

Per integrità alleghiamo il Decreto Ministeriale n. 571 del 19/12/2017.

DM 571 / 2017

 

 

PAGAMENTI PA/Analisi Confartigianato PAGAMENTI PA/Analisi Confartigianato

Debiti Pa verso imprese valgono 3% del Pil.

Il 62% degli Enti pubblici non rispetta termini di legge

Giorgio Merletti, Presidente di Confartigianato:

“Si attui compensazione debiti-crediti per imprese fornitrici”

Molise e Catanzaro i peggiori pagatori. Bolzano, Mantova e Sondrio i più virtuosi

“L’Italia ha il record negativo in Europa per il maggiore debito commerciale della PA verso le imprese fornitrici di beni e servizi, pari a 3 punti di Pil, vale a dire il doppio rispetto alla media Ue dell’1,4% del Pil. E nonostante si siano accorciati a 58 giorni i tempi medi di pagamento degli Enti pubblici, in molte aree del Paese rimangono ritardi allarmanti superiori a 100 giorni”.

Lo sostiene il Presidente di Confartigianato Giorgio Merletti in base ad un’analisi della Confederazione sui pagamenti nel 2016 di 6.547 amministrazioni pubbliche per una somma di 115,4 miliardi riferiti a 23,7 milioni di fatture emesse dai fornitori.

In generale, il 61,9% degli Enti pubblici non rispetta i termini fissati dalla legge sui tempi di pagamento in vigore dal 2013.

A farsi attendere oltre i 30 giorni è il 64,8% dei Comuni e il 54,5% degli altri Enti pubblici. Per quanto riguarda il servizio sanitario nazionale, il 46,9% degli enti non salda le fatture entro il termine dei 60 giorni stabiliti dalla legge. Sfuggono ai termini di legge anche gli Enti pubblici che gestiscono imposte e contributi: Agenzia delle Entrate, Agenzia del Demanio, Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, Equitalia, Guardia di finanza, Inps e Inail, pagano in media i loro fornitori in 50 giorni, con picchi di 91 giorni per Agenzia del Demanio e 69 giorni per la Guardia di Finanza.

A livello regionale i maggiori ritardi si registrano in Molise, dove la Pa paga i propri fornitori in 107 giorni. Seguono la Calabria con 98 giorni, la Campania con 83 giorni, la Toscana con 81 giorni e il Piemonte con 80 giorni.

Sul fronte opposto, la regione più virtuosa è la Provincia autonoma di Bolzano dove gli Enti pubblici impiegano 36 giorni per onorare i loro debiti. Secondo posto per il Friuli Venezia Giulia con 39 giorni, seguita dalla Valle d’Aosta con 41 giorni, Lombardia con 43 giorni, Veneto e Provincia autonoma di Trento a pari merito con 47 giorni.

Per quanto riguarda le province, gli imprenditori subiscono i peggiori ritardi a Catanzaro con 111 giorni di attesa. Non va meglio a Vibo Valentia dove bisogna aspettare in media 110 giorni, e a Campobasso dove gli enti pubblici pagano le fatture in 109 giorni. Seguono Benevento e Reggio Calabria con 105 giorni.

In vetta alla classifica delle province in cui tutti gli Enti pubblici rispettano i termini di legge per pagare i fornitori vi sono Mantova e Sondrio, entrambe con una media di 25 giorni. Seguono Gorizia con 31 giorni, Brescia con 32 giorni, e Trieste con 33 giorni.

“Nonostante i miglioramenti ottenuti anche con le continue iniziative di Confartigianato – sottolinea il Presidente Giorgio Merletti – c’è ancora molto da fare per garantire alle imprese il diritto ad essere pagate nei tempi stabiliti per legge. La soluzione è semplice e Confartigianato la indica da tempo: si tratta di applicare la compensazione diretta e universale tra i debiti e i crediti degli imprenditori verso la PA”.


 

Osservatorio economico provinciale e Report trimestrale della CCIAA Siena Osservatorio economico provinciale e Report trimestrale della CCIAA Siena

Si informa che è uscito il report trimestrale aprile/giugno 2017 (che si trasmette in allegato e consultabile al seguente link https://www.si.camcom.gov.it/uploads/publisher/5373-report-2-2017.pdf) dell’Osservatorio Economico Provinciale della Camera di Commercio Siena dove si illustra lo stato di salute dell’economia locale e dove le Associazioni di Categoria hanno l’occasione di rendere note le loro percezioni per il quarto trimestre 2017, partecipando alla sentiment analysis.

Sono i rapporti commerciali con l’estero a dare impulso all’economia provinciale: le esportazioni crescono su base annua del 36,9%, le importazioni del 39,1% e il saldo della bilancia commerciale del 35,4%. Parliamo di 432 milioni di euro di merci esportate fuori dai confini nazionali e di 176 milioni di euro di prodotti/materie prime arrivate nel nostro territorio. Sono i prodotti del comparto agroalimentare e i camper ad incidere in misura maggiore sul nostro export: pesano, infatti, rispettivamente il 27,5% e il 26,4%; con incrementi percentuali del 41% e del 37,1% su base tendenziale. Da registrare la ripresa del comparto chimico farmaceutico e il buono stato di salute del comparto del vino.

L’occupazione registra dati positivi: gli addetti sono aumentati di 968 unità raggiungendo pertanto la cifra di 114.369 occupati. I settori più dinamici per incremento degli occupati sono l’agricoltura (+591 unità) e il comparto turistico (+232 unità).

Nel settore finanziario si registrano segnali contrastanti: nel trimestre in esame, si verifica un incremento dei depositi bancari del 3,6%, mentre calano gli impieghi bancari del 5,6% e aumentano del 19,9% delle sofferenze (crediti la cui riscossione diventa incerta poiché i soggetti debitori si trovano in stato d’insolvenza).

Per quanto attiene il tessuto imprenditoriale, al 30 giugno 2017, le imprese iscritte presso il Registro Imprese della Camera di Commercio di Siena scendono sotto la soglia limite delle 29.000 unità (28.757). Lo stock di imprese cresce di 16 unità in termini assoluti rispetto al trimestre precedente e diminuisce di 269 unità rispetto all’anno precedente.

Si allega report dettagliato CCIAA (clicca qui)

 

ANAP – Multienergia il consorzio per il libero mercato dell’energia ANAP – Multienergia il consorzio per il libero mercato dell’energia

Un nuovo servizio per le famiglie è nato in Confartigianato ed è particolarmente indicato per tutti i soci Anap.

Si tratta del Consorzio Multienergia che Confartigianato ha creato oltre 15 anni fà,  per le forniture di Energia Elettrica e Gas delle aziende e che da qualche mese, offre la propria serietà e trasparenza anche alle famiglie.

Il Patronato ANAP invita tutti i Soci a cogliere  l’opportunità  offerta dalla propria Associazione, affidandosi, senza alcun costo,  al Consorzio Multienergia per la gestione dei  contratti di luce e gas della propria casa.

 

E’ purtroppo noto che molte  famiglie già transitate sul Mercato Libero, senza il consiglio di un consulente esperto e di fiducia,  sono incappate in tariffe decisamente onerose.

Il  Consorzio di Confartigianato offre tariffe molto competitive e trasparenti, oltre ad un’assistenza continuativa nel tempo e del tutto gratuita.

Si sottolinea anche il fatto che, allo scadere dell’offerta iniziale, saranno gli operatori del Consorzio a curare la fase di ricerca delle nuove tariffe per il rinnovo di ogni cliente.

 

Si ricorda inoltre che è previsto il passaggio obbligatorio per tutte le famiglie al Mercato Libero dell’energia e del gas e che  quindi diventa indispensabile affidarsi a qualcuno di fiducia.

I servizi del Consorzio sono perciò preziosi anche per le famiglie che si trovano ancora sul Mercato di Tutela: essendo ormai stabilita la data di eliminazione della Tutela  per il 1 Luglio 2019, secondo i disposti della Legge di Concorrenza del  2/08/2017.

Per  le  famiglie rimaste ancora in Tutela (per capirsi  con la “vecchia Enel”), il pericolo è dietro l’angolo poiché, al termine del Servizio di Tutela, ci sarà una vera giungla costituita da fornitori di ogni genere pronti a “regalare” ed offrire tariffe e contratti poco seri. In questi casi, coloro che si troveranno a compiere una scelta frettolosa, rischieranno di attivare tariffe del tutto penalizzanti.

Tale pericolo potrebbe essere scongiurato affidandosi  fin da subito alla serietà e all’esperienza del Consorzio Multienergia.

 

Invitiamo quindi tutti i soci a portare presso il proprio  Patronato di riferimento, l’ultima bolletta di casa di luce e Gas (l’offerta può essere estesa anche a più abitazioni per ciascun socio), per poter ottenere una valutazione gratuita e senza impegno delle tariffe e del contratto attualmente attivi.

Il passaggio alle forniture tramite   Confartigianato verrà gestito direttamente dal Consorzio Multienergia e sarà veloce (circa 1 mese e mezzo), non succederà assolutamente niente alla fornitura di casa, e le bollette saranno un po’ più leggere.

Infine per chi è più tecnologico ci sarà la possibilità di accumulare punti per ricevere fantastici premi.

Affidati alla tua Anap anche per la luce ed il gas, non ti deluderemo!

Un nuovo servizio per le famiglie è nato in Confartigianato ed è particolarmente indicato per tutti i soci Anap.

Si tratta del Consorzio Multienergia che Confartigianato ha creato oltre 15 anni fà,  per le forniture di Energia Elettrica e Gas delle aziende e che da qualche mese, offre la propria serietà e trasparenza anche alle famiglie.

Il Patronato ANAP invita tutti i Soci a cogliere  l’opportunità  offerta dalla propria Associazione, affidandosi, senza alcun costo,  al Consorzio Multienergia per la gestione dei  contratti di luce e gas della propria casa.

 

E’ purtroppo noto che molte  famiglie già transitate sul Mercato Libero, senza il consiglio di un consulente esperto e di fiducia,  sono incappate in tariffe decisamente onerose.

Il  Consorzio di Confartigianato offre tariffe molto competitive e trasparenti, oltre ad un’assistenza continuativa nel tempo e del tutto gratuita.

Si sottolinea anche il fatto che, allo scadere dell’offerta iniziale, saranno gli operatori del Consorzio a curare la fase di ricerca delle nuove tariffe per il rinnovo di ogni cliente.

 

Si ricorda inoltre che è previsto il passaggio obbligatorio per tutte le famiglie al Mercato Libero dell’energia e del gas e che  quindi diventa indispensabile affidarsi a qualcuno di fiducia.

I servizi del Consorzio sono perciò preziosi anche per le famiglie che si trovano ancora sul Mercato di Tutela: essendo ormai stabilita la data di eliminazione della Tutela  per il 1 Luglio 2019, secondo i disposti della Legge di Concorrenza del  2/08/2017.

Per  le  famiglie rimaste ancora in Tutela (per capirsi  con la “vecchia Enel”), il pericolo è dietro l’angolo poiché, al termine del Servizio di Tutela, ci sarà una vera giungla costituita da fornitori di ogni genere pronti a “regalare” ed offrire tariffe e contratti poco seri. In questi casi, coloro che si troveranno a compiere una scelta frettolosa, rischieranno di attivare tariffe del tutto penalizzanti.

Tale pericolo potrebbe essere scongiurato affidandosi  fin da subito alla serietà e all’esperienza del Consorzio Multienergia.

 

Invitiamo quindi tutti i soci a portare presso il proprio  Patronato di riferimento, l’ultima bolletta di casa di luce e Gas (l’offerta può essere estesa anche a più abitazioni per ciascun socio), per poter ottenere una valutazione gratuita e senza impegno delle tariffe e del contratto attualmente attivi.

Il passaggio alle forniture tramite   Confartigianato verrà gestito direttamente dal Consorzio Multienergia e sarà veloce (circa 1 mese e mezzo), non succederà assolutamente niente alla fornitura di casa, e le bollette saranno un po’ più leggere.

Infine per chi è più tecnologico ci sarà la possibilità di accumulare punti per ricevere fantastici premi.

Affidati alla tua Anap anche per la luce ed il gas, non ti deluderemo!

 

PREMIO INNOVAZIONE TOSCANA – On Line il bando regionale PREMIO INNOVAZIONE TOSCANA – On Line il bando regionale

INDETTO IL BANDO PER IL

“PREMIO INNOVAZIONE TOSCANA”

Il Consiglio Regionale della Toscana, Anci Toscana, Confindustria Toscana, Rete Imprese Italia Toscana, Unioncamere Toscana, al fine di sostenere e valorizzare la ricerca e l’innovazione tecnologica e digitale delle imprese toscane, promuovendo al contempo l’iniziativa giovanile e il potenziale innovativo del territorio, organizzano il Premio Innovazione Toscana, istituito con legge regionale n.9 del 7 marzo 2017.

Il Premio Innovazione Toscana intende far emergere progetti ed esperienze imprenditoriali di successo che, nel corso dell’ultimo biennio, si siano adoperati per il rafforzamento delle radici e delle filiere locali, valorizzandole ed attualizzandole sia nelle produzioni sia nei progetti, e si siano distinti per aver coniugato ricerca, innovazione e risultati economici, nonché per aver contribuito allo sviluppo del territorio toscano attraverso una crescita quantitativa e qualitativa delle proprie attività e una forte attenzione alla creazione e al mantenimento dell’occupazione, con particolare riferimento all’occupazione giovanile e di giovani laureati.

Il Premio è riservato a persone fisiche, residenti nel territorio regionale, a startup e a imprese private, con sede legale e/o operativa in Toscana, ed è costituito da conferimenti in denaro che saranno assegnati ai migliori progetti pervenuti, sulla base delle modalità, dei criteri e nell’entità definiti nel Regolamento che è parte integrante del bando.

SI INVITA A VISITARE IL SITO ISTITUZIONALE

https://www.premioinnovazionetoscana.it

 

 

Festa del pensionato ANAP – Lucca 7 Ottobre 2017 – I premiati per Siena Festa del pensionato ANAP – Lucca 7 Ottobre 2017 – I premiati per Siena

DIPLOMA “MAESTRO D’OPERA ED ESPERIENZA”

“terza Festa Regionale del Socio  sabato 7 ottobre 2017, organizzata dal  Gruppo regionale Anap Confartigianato Toscana, presso Teatro Pucciniano -  Torre del Lago (LU). L’evento, volto a festeggiare i soci Anap, è  iniziato  alle ore 9 con la Santa Messa, celebrata da S.E. Arciv. di Lucca, Mons. Italo Castellani.

Il saluto delle autorità presenti alla festa con a seguire la presentazione  degli sponsors  – presentazione del territorio con la relazione introduttiva  Angiolo Galletti (Presidente Regionale) dal titolo “Gli antidoti alla  depressione: prevenire è meglio che curare” a cura di Paola Pompei  (Psicologa).

Le conclusioni del Presidente Nazionale Anap-Confartigianato Giampaolo  Palazzi e alle ore 12.15, è stato conferito  il diploma di Maestro d’Opera  ed Esperienza con a seguire il pranzo alle ore 13.

Qui la gallery https://goo.gl/br2wtB

Confartigianato Siena - Via dell’Artigianato, 2 - 53100 SIENA - C.F.: 80002900522