PAGHE – Divieto di pagamento in contanti

DAL 1 LUGLIO 2018

DIVIETO DI PAGAMENTO DELLE RETRIBUZIONI

AI DIPENDENTI IN CONTANTI

La legge di bilancio 2018 ha previsto che a far data dal 1 luglio 2018 i datori di lavoro o committenti che corrispondono ai lavoratori la retribuzione, nonché ogni anticipo di essa, non potranno più erogarla al lavoratore utilizzando denaro contante. E’ necessario, infatti, a prescindere dalla tipologia del rapporto di lavoro instaurato, avvalersi di una banca o di un ufficio postale in una delle seguenti modalità:

- bonifico sul conto identificato dal codice IBAN indicato dal lavoratore;

- strumenti di pagamento elettronico;

- pagamento in contanti presso lo sportello bancario o postale dove il datore di lavoro

abbia aperto un conto corrente di tesoreria con mandato di pagamento;

- emissione di un assegno consegnato direttamente al lavoratore o, in caso di suo comprovato impedimento, a un suo delegato. L’impedimento s’intende comprovato quando il delegato a

ricevere il pagamento è il coniuge, il convivente o un familiare, in linea retta o collaterale, del lavoratore, purché di età non inferiore a sedici anni.

 

Le nuove regole si applicano non solo ai contratti relativi a rapporti di lavoro subordinato, ma anche a quelli di collaborazione coordinata e continuativa ed ai contratti di lavoro instaurati in qualsiasi forma da cooperative con i propri soci, ai sensi della legge 3 aprile 2001, n.142.

SANZIONI

Qualora il pagamento delle retribuzioni o degli acconti di esse avvenga con modalità differenti rispetto a quelle indicate, è prevista la sanzione amministrativa pecuniaria consistente nel pagamento di una somma da 1.000 euro a 5.000 euro.

Tale sanzione amministrativa sarà applicata dagli organi ispettivi a prescindere da eventuali controversie tra le parti del rapporto di lavoro in quanto rilevata nel corso dell’attività di vigilanza.

Accanto alla sanzione amministrativa, occorre tenere conto che il comma 912 prevede espressamente che la firma apposta sulla busta paga non costituisce prova dell’avvenuto pagamento della retribuzione. La consegna della busta paga, pertanto, assumerà esclusivo effetto ai fini della ancora vigente legge n. 4/1953 che prevede per i datori di lavoro l’obbligo di consegnare, all’atto della corresponsione della retribuzione ai lavoratori dipendenti, con esclusione dei dirigenti, un prospetto di paga. La violazione a tale obbligo risulta soggetta a sanzione amministrativa.

Sono espressamente esclusi dalle nuove modalità di pagamento della retribuzione i rapporti di lavoro domestico

 

 

Altri articolitorna alla home

IDRAULICI – Incontri formativi sul software regionale di gestione degli RCEE (SIERT- CIT)

IDRAULICI – Incontri formativi sul software regionale di gestione degli RCEE (SIERT- CIT)

La Regione Toscana, attraverso APEA, ha promosso una serie di incontri formativi relativi al funzionamento operativo del nuovo Sistema Informativo sull’Efficienza Energetica della Regione Toscana (SIERT), con esercitazione sul nuovo software regionale SIERT-CIT. I corsi sono rivolti principalmente agli operatori che si occuperanno dell’inserimento dei dati, della trasmissione telematica dei rapporti di controllo di efficienza

MAESTRO ARTIGIANO una ricchezza per la Toscana” 23 Aprile 2018

MAESTRO ARTIGIANO una ricchezza per la Toscana” 23 Aprile 2018

MAESTRO ARTIGIANO una ricchezza per la Toscana” 23 Aprile 2018 Share the post “MAESTRO ARTIGIANO una ricchezza per la Toscana” 23 Aprile 2018″FacebookTwitterGoogle+PinterestLinkedInE-mail

BANDO COMUNALE CHIUSI – StartUp House

BANDO COMUNALE CHIUSI – StartUp House

E’ online sul sito del Comune di Chiusi (http://www.comune.chiusi.si.it/amministrazione-trasparente/bandi-di-gara-e-contratti) il bando di gara per l’insediamento di imprese nella “Start Up House” realizzata nell’ex casa del leggere e dello scrivere. Gli spazi disponibili, realizzati dopo un minuzioso lavoro di restauro della struttura collocata nel cuore del centro storico attigua al Chiostro di San Francesco e ristrutturata grazie ad un’operazione di finanziamento

LAVORO – RINNOVATO CCNL LEGNO E LAPIDEI ARTIGIANI

LAVORO – RINNOVATO CCNL LEGNO E LAPIDEI ARTIGIANI

Vi informiamo che nella serata del 13 marzo 2018 è stata sottoscritta l’ipotesi di accordo per il rinnovo del CCNL Area Legno-Lapidei tra le organizzazioni datoriali Confartigianato Legno e Arredo, Confartigianato Marmisti, Cna Produzione, Cna Costruzioni, Casartigiani, Claai e le organizzazioni sindacali dei lavoratori Feneal-Uil, Filca-Cisl, Fillea-Cgil. L’intesa rinnova il precedente CCNL scaduto il 31

Rete Imprese Italia Siena – Rotazione dei rappresentanti

Rete Imprese Italia Siena – Rotazione dei rappresentanti

Rete Imprese Italia, rotazione dei rappresentanti Rete Imprese Italia Siena prosegue nella naturale rotazione dei suo rappresentanti e nel prossimo anno saranno Stefano Bernardini (presidente Confcommercio) e Alessandro Brilli (direttore generale Cna Siena) a guidare l’ente di rappresentanza che unisce a livello territoriale Cna, Confartigianato, Confcommercio e Confesercenti. Sono quasi 10.000 le aziende di ogni

leggi tutto
Confartigianato Siena - Via dell’Artigianato, 2 - 53100 SIENA - C.F.: 80002900522