PAGHE – Divieto di pagamento in contanti

DAL 1 LUGLIO 2018

DIVIETO DI PAGAMENTO DELLE RETRIBUZIONI

AI DIPENDENTI IN CONTANTI

La legge di bilancio 2018 ha previsto che a far data dal 1 luglio 2018 i datori di lavoro o committenti che corrispondono ai lavoratori la retribuzione, nonché ogni anticipo di essa, non potranno più erogarla al lavoratore utilizzando denaro contante. E’ necessario, infatti, a prescindere dalla tipologia del rapporto di lavoro instaurato, avvalersi di una banca o di un ufficio postale in una delle seguenti modalità:

– bonifico sul conto identificato dal codice IBAN indicato dal lavoratore;

– strumenti di pagamento elettronico;

– pagamento in contanti presso lo sportello bancario o postale dove il datore di lavoro

abbia aperto un conto corrente di tesoreria con mandato di pagamento;

– emissione di un assegno consegnato direttamente al lavoratore o, in caso di suo comprovato impedimento, a un suo delegato. L’impedimento s’intende comprovato quando il delegato a

ricevere il pagamento è il coniuge, il convivente o un familiare, in linea retta o collaterale, del lavoratore, purché di età non inferiore a sedici anni.

 

Le nuove regole si applicano non solo ai contratti relativi a rapporti di lavoro subordinato, ma anche a quelli di collaborazione coordinata e continuativa ed ai contratti di lavoro instaurati in qualsiasi forma da cooperative con i propri soci, ai sensi della legge 3 aprile 2001, n.142.

SANZIONI

Qualora il pagamento delle retribuzioni o degli acconti di esse avvenga con modalità differenti rispetto a quelle indicate, è prevista la sanzione amministrativa pecuniaria consistente nel pagamento di una somma da 1.000 euro a 5.000 euro.

Tale sanzione amministrativa sarà applicata dagli organi ispettivi a prescindere da eventuali controversie tra le parti del rapporto di lavoro in quanto rilevata nel corso dell’attività di vigilanza.

Accanto alla sanzione amministrativa, occorre tenere conto che il comma 912 prevede espressamente che la firma apposta sulla busta paga non costituisce prova dell’avvenuto pagamento della retribuzione. La consegna della busta paga, pertanto, assumerà esclusivo effetto ai fini della ancora vigente legge n. 4/1953 che prevede per i datori di lavoro l’obbligo di consegnare, all’atto della corresponsione della retribuzione ai lavoratori dipendenti, con esclusione dei dirigenti, un prospetto di paga. La violazione a tale obbligo risulta soggetta a sanzione amministrativa.

Sono espressamente esclusi dalle nuove modalità di pagamento della retribuzione i rapporti di lavoro domestico

 

 

Altri articolitorna alla home

9 Marzo 2019 – Convegno sulla sicurezza in Toscana per donne bambini e anziani

9 Marzo 2019 – Convegno sulla sicurezza in Toscana per donne bambini e anziani

Quale sicurezza! La Toscana è una regione che tutela anziani, donne e bambini? Un convegno per parlare di una emergenza social e sulle persone fragili   “Ci vuole più fermezza contro certi reati, quali ad esempio quelli che colpiscono i più deboli: persone anziane, bambini e donne”. A dirlo il presidente regionale di ANAP Toscana,

CORSO DI FORMAZIONE PER ADDETTI ALLA CONDUZIONE DI CARRELLI ELEVATORI

CORSO DI FORMAZIONE PER ADDETTI ALLA CONDUZIONE DI CARRELLI ELEVATORI

La CONFARTIGIANATO organizza un corso per addetti alla conduzione dei carrelli elevatori (muletti) in collaborazione con LIFT UP SRL. Al raggiungimento di un numero minimo di partecipanti provvederemo ad informarvi/comunicarvi le date di svolgimento del corso. Si ricorda che l’art.73, co.5 del D.Lgs.81/2008 e l’Accordo Stato-Regioni del 22.02.2012 stabiliscono l’obbligo di formazione per gli addetti alla conduzione di carrelli elevatori. La

M.U.D. 2019 – Scadenza prorogata al 22 Giugno

M.U.D. 2019 – Scadenza prorogata al 22 Giugno

Sulla Gazzetta Ufficiale del 22 febbraio 2019 è stato pubblicato il D.P.C.M. 24 dicembre 2018 che contiene il modello e le istruzioni per la presentazione del Modello Unico di dichiarazione ambientale. Vengono introdotte alcune limitate modifiche alle informazioni da trasmettere che riguardano le dichiarazioni presentate dai soggetti che svolgono attività di recupero e trattamento dei

ANCoS – MISERICORDIA SIENA stipulata convenzione

ANCoS – MISERICORDIA SIENA stipulata convenzione

  La ns. Associazione ha il pregio di comunicarvi che è stato raggiunto un accordo fra Misericordia Siena e ANCoS per una convenzione sui trasporti in ambulanza per visite e/o degenze. L’accordo prevede delle tariffe convenzionate che mostriamo in tabella Per la convenzione completa con la scheda di richiesta potete scaricare il file allegato. CLICCA

Nuova regolamentazione F-gas

Nuova regolamentazione F-gas

Molte le novità anche per gli installatori/manutentori di apparecchiature destinate al condizionamento Istituita la “Banca Dati” sui gas fluorurati gestita dalle C.C.I.A.A. Il 24 gennaio u.s. è entrato in vigore DPR 16 novembre 2018, N. 146, che disciplina le modalità di attuazione del Regolamento (UE) N. 517/2014 sui gas fluorurati a “effetto serra” e che

leggi tutto
Confartigianato Siena - Via dell’Artigianato, 2 - 53100 SIENA - C.F.: 80002900522

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza esclusivamente cookie tecnici per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi